Direttore responsabile Maurizio Pizzuto
Chinese (Traditional) English French German Italian Romanian Russian Spanish
rss feed
PPN widget
sab, 19 ago  2017 
time
20:47
  > TUTTE LE NEWS
 
NEWS PPN  
Eco - Expo, Agrofarma. Boselli (Confagricoltura): "Investire nella ricerca"
Roma, 22 mag (Prima Pagina News) “Non è un caso che questo evento si svolga ad Expo. Bisogna partire dal tema dell’Esposizione ‘Nutrire il pianeta. Energia per la vita’ per comprendere quanto sia importante, in agricoltura, procedere verso sistemi produttivi più efficienti ma, allo stesso tempo, a minor impatto ambientale. Produttività fa rima con sostenibilità”. Lo ha detto Antonio Boselli, componente della Giunta esecutiva di Confagricoltura con delega per l’Esposizione Universale, intervenendo all’evento odierno di Agrofarma presso l’Auditorium Expo. “Occorre procedere verso sistemi produttivi più efficienti – ha aggiunto Boselli - Quasi un terzo della produzione agricola mondiale è perduta nelle diverse fasi dalla terra alla tavola. Cambiamenti climatici, nuove malattie delle piante, propagazione di specie estranee agli ecosistemi, riduzione della disponibilità di acqua per l’irrigazione, scarse misure di sicurezza alimentare, sono tutti fenomeni che causano questi sprechi. Per perseguire efficienza bisogna investire in ricerca applicata all’agricoltura ed alla bioeconomia. La Commissione Ue ha calcolato che ogni euro investito oggi in ricerca genera 10 euro di valore aggiunto entro il 2025. E per ogni 35 mila euro spesi si genera un posto di lavoro stabile. Come dire che con i circa 300 milioni di euro che l’Italia investe in ricerca agricola ogni anno, si creano circa 10 mila posti di lavoro”. Ad avviso del rappresentante di Confagricoltura bisogna ‘investire’ sulla ricerca: “I fondi europei già ci sono, bisogna saperli captare e focalizzarli su progetti mirati. L’Italia ha come obiettivo per ‘Europa 2020’ di spendere l’1,53% del PIL in ricerca ed innovazione, mentre non pochi Paesi hanno scelto di spendere il 3% del loro PIL, praticamente il doppio”. “Cresce la consapevolezza e la messa in campo di pratiche rispettose dell’ambiente, che è l’altra grande scommessa del settore primario – ha quindi proseguito Antonio Boselli -. In tale ottica Confagricoltura ha realizzato il progetto EcoCloud che riunisce le aziende già impegnate in iniziative che riducono l’impatto sull’ecosistema ed ha stilato il ‘Manifesto per la sostenibilità’ che indica i criteri per cui un’azienda si può definire sostenibile”. Ha quindi concluso il rappresentante di Confagricoltura: “L’industria degli agrofarmaci ha compreso l’obiettivo che si prefiggono le imprese agricole ed è impegnata (anche in questo caso è fondamentale la ricerca e l’innovazione) a fornire principi attivi di nuova generazione, sicuri ed affidabili”.

(PPN) 22 mag 2015  15:11