Direttore responsabile Maurizio Pizzuto
Chinese (Traditional) English French German Italian Romanian Russian Spanish
rss feed
PPN widget
gio, 17 ago  2017 
time
19:35
  > TUTTE LE NEWS
 
NEWS PPN  
Eco - Slow Food Great China incontra il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni
Roma, 19 mag (Prima Pagina News) Il 15 maggio, nell’ambito della sua visita ufficiale in Cina, il Premier italiano Paolo Gentiloni ha incontrato i dirigenti di Slow Food Great China. Nella sede dell’Ambasciata d’Italia ad accoglierlo c’era la Presidente di Slow Food in quel Paese, Madame Qiao Ling, insieme a rappresentanti della Commissione Comunale del Commercio di Chengdu, della Beijing International Design Week, del Centro di Ricostruzione Rurale Liang Shuming e ad alcuni imprenditori delle Province di Gansu, Hangzhou e Pechino. Slow Food, organizzazione internazionale presente oggi in 160 Paesi del mondo, in Cina si è sviluppata con grande impulso. Costituitasi ufficialmente nel gennaio 2015, a settembre dello stesso anno ha organizzato lo Slow Food Beijing Festival, e ha partecipato nel 2016 a Terra Madre Salone del Gusto a Torino con una numerosa delegazione e con 60 prodotti cinesi entrati a far parte dell’Arca del Gusto*. Il prossimo traguardo sarà il Congresso mondiale di Slow Food, che si terrà dal 29 settembre al 1 ottobre 2017 nella città cinese di Chengdu, nella provincia dello Sichuan. Ogni quattro anni, il Congresso internazionale è il momento cruciale per la vita del movimento Slow Food, quello in cui si sanciscono gli indirizzi politici, economici e organizzativi a livello internazionale e, di conseguenza, nazionale, regionale, locale. A Chengdu saranno 400 i delegati provenienti da 90 Paesi. Con questo incontro il Premier Gentiloni ha voluto esprimere la propria soddisfazione per l’espansione di Slow Food, che è nata in Italia 31 anni fa e ha messo radici nel mondo: il Congresso internazionale di Slow Food sarà un evento importante anche per testimoniare la vicinanza culturale con la Cina. Questo Paese ha un ruolo essenziale nel sistema del cibo e, nella visione globale di Slow Food, può essere determinante per salvare la biodiversità agroalimentare del pianeta e avere un ruolo cruciale sulle grandi questioni globali come il cambiamento climatico, di cui l’agricoltura è un fattore importante.

(PPN) 19 mag 2017  11:04