Direttore responsabile Maurizio Pizzuto
Chinese (Traditional) English French German Italian Romanian Russian Spanish
rss feed
PPN widget
gio, 23 nov  2017 
time
08:30
NEWS PPN  
Eco - Slow Fish: in Liguria la futura capitale degli studi sulla biodiversità nel Mediterraneo
Roma, 19 mag (Prima Pagina News) Dal 2004 il rapporto con il capoluogo ligure si è consolidato a tal punto che il presidente internazionale di Slow Food, Carlo Petrini, lancia ora l’idea di assicurare a Slow Fish «una sede fissa, politica e fisica, per interagire con tutti gli attori del Mediterraneo. È nostro dovere lavorare perché la Liguria divenga il fulcro di un dialogo tra le sponde del nostro mare, per superare le difficoltà comuni e creare un’economia virtuosa». «Questo appuntamento è anche un’occasione per diventare consumatori più consapevoli, ampliando le nostre conoscenze sulle comunità di pescatori e gli stili alimentari più sostenibili. I temi di questa manifestazione sono temi da ricordare ogni giorno. Siamo ancora più convinti perciò che Slow Fish debba evolvere in un forum permanente sui mari e sulla pesca, unendo le sensibilità istituzionali all’apporto dei cittadini», conferma Gaetano Pascale, presidente di Slow Food Italia. La sfida è accolta in pieno dal presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, che individua anche una possibile soluzione: «Mi sono confrontato con Carlo Petrini per fare della Liguria un centro di eccellenza permanente di Slow Fish, per il confronto culturale all’interno del Mediterraneo, così come il Porto di Genova è la capitale dei porti d’Italia. Per questo serve uno spazio in prospettiva e secondo noi potrebbe essere Hennebique, denominato per l’occasione Palazzo del Mare, che potrà ospitare un centro permanente di ricerca e studio delle tematiche del mare legate a Slow Fish. Facendo così di Genova la capitale del Mediterraneo per il confronto sulla biodiversità».

(PPN) 19 mag 2017  11:59