Direttore responsabile Maurizio Pizzuto
Chinese (Traditional) English French German Italian Romanian Russian Spanish
rss feed
PPN widget
ven, 24 nov  2017 
time
15:49
  > TUTTE LE NEWS
 
NEWS PPN  
Eco - Cosmetica Italia spinge sul made in Italy, l'export asiatico tocca 740 milioni di euro
Roma, 14 nov (Prima Pagina News) Torna Cosmoprof Asia, seconda kermesse al mondo dedicata alla cosmesi dopo Cosmoprof Worldwide Bologna e consolidata piattaforma b2b per l’area Asia-Pacifico. A partire dalla scorsa edizione, la fiera si sviluppa su due quartieri espositivi: · AsiaWorld-Expo (AWE) che, dal 14 al 16 novembre, ospita la declinazione asiatica di Cosmopack, dando spazio alle aziende della filiera produttiva · Hong Kong Convention and Exhibition Centre (HKCEC) che, dal 16 al 17 novembre, accoglie le imprese di prodotto finito dei settori Cosmetics & Toiletries, Beauty Salon, Hair Salon, Nail & Accessories e le aree speciali “Natural & Organic”, “Discover Trends” e “Wellness & SPA”. Anche quest’anno Cosmetica Italia investe concretamente in azioni di promozione, comunicazione e immagine per il made in Italy e rinnova la propria presenza a questa 22esima edizione della fiera, che preannuncia oltre 2.800 espositori internazionali, 25 collettive nazionali e oltre 76.000 visitatori attesi in un’area espositiva di oltre 98.000 metri quadri. La cosmesi italiana è rappresentata in fiera da più di 100 aziende, di cui 46 associate a Cosmetica Italia, la quale promuove una Collettiva Italia composta da 35 imprese (hall 1E, 3G e 5G presso l’HKCEC e hall 3 presso l’AWE). L'industria italiana è di fatto sempre più attenta ai processi di internazionalizzazione, ne è una prova l'incremento delle esportazioni nel 2016: i cosmetici italiani esportati hanno oltrepassato in valore i 4,3 miliardi di euro con un +12,7%. Nel suo complesso l’export cosmetico italiano verso i mercati asiatici nel 2016 ha toccato i 740 milioni di euro (+4,8% rispetto al 2015). In particolare, Hong Kong è il primo mercato di sbocco delle esportazioni nell’Asia centro-orientale con un valore di 157 milioni di euro (+6,2% rispetto all’esercizio precedente). Di questi, oltre 78 milioni di euro sono legati ai prodotti per il corpo e circa 62 milioni alla profumeria alcolica. Meno importanti in termini di valore (3,8 milioni di euro), ma interessanti per le loro dinamiche, sono i prodotti per l’igiene orale, cresciuti del 133,9%. «L’offerta italiana di prodotti cosmetici conferma la propria competitività a ogni livello di categoria merceologica, con particolare attenzione a profumi, make-up e prodotti specifici per il corpo – commenta Fabio Rossello, presidente di Cosmetica Italia – Non a caso si tratta di categorie in cui l’innovazione e l’attenzione alle formulazioni più sofisticate vedono l’investimento più attento da parte di tutte le imprese cosmetiche italiane. I mercati internazionali premiano questa costante caratteristica dell’industria cosmetica italiana, capace di offrire innovazione e servizi anche per piccoli lotti di ordinativi.»

(PPN) 14 nov 2017  13:53