Direttore responsabile Maurizio Pizzuto
Chinese (Traditional) English French German Italian Romanian Russian Spanish
rss feed
PPN widget
lun, 21 ago  2017 
time
19:43
  > TUTTE LE NEWS
 
NEWS PPN  
Cultura - Pordenonelegge, apre Daniel Pennac con libro-intervista
Roma, 15 lug (Prima Pagina News) Dal 16 al 20 settembre 2015 si rinnova l’appuntamento con pordenonelegge, la Festa del Libro con gli Autori: è la sedicesima edizione di una tra le più attese manifestazioni dell’agenda culturale italiana. Ancora una volta pordenonelegge cercherà di raccontare il mondo che abbiamo intorno, con le crisi, i modelli che cedono e l’imperativo emergere delle nuove tecnologie e di nuovi modi di pensare la cultura. Perché raccontare il mondo con immediatezza e profondità, attraverso voci qualificate e temi che intreccino la realtà quotidiana e le rappresentazioni culturali, è da sempre la missione del festival. Pordenonelegge propone una visione della realtà che possa essere vera, in cui ci si possa riconoscere sia con la testa che con il cuore. L’idea di cultura che si propone è infatti inclusiva, senza pregiudizi: dalle provocazioni letterarie alle discussioni d’accademia fino alle contaminazioni con cinema e teatro. Così come il mondo, anche il festival avrà diversi percorsi possibili, linee che si intrecciano o che non si incontrano mai, e quindi i lettori che affollano le strade di Pordenone, dovranno cercare nella ricca offerta del programma quel particolare viaggio di dialoghi, incontri e conferenze in grado di diventare un itinerario della propria immaginazione: la “loro” pordenonelegge. La prima notizia è il conferimento a Emmanuel Carrère del Premio FriulAdria La storia in un romanzo, nato dalla collaborazione fra pordenonelegge.it e la manifestazione goriziana èStoria, e promosso da Banca Popolare FriulAdria Crédit Agricole. Emmanuel Carrère, scrittore francese di grandissimo successo, nei suoi ultimi romanzi ha affrontato temi storici, impiegando la sua straordinaria capacità affabulatoria per raccontare la Russia del dopoguerra attraverso la figura di Eduard Limonov e, ancora più recentemente, il cristianesimo delle origini, seguendo gli avventurosi viaggi di san Luca e san Paolo. Grazie al suo stile, la storia si trasforma in romanzo, si vivifica sulla pagina, si allontana dalla pura erudizione per diventare corpo e anima dei protagonisti, a volte lambendo il dramma e a volte la comicità, così come è la vita. Anche quest’anno a pordenonelegge.it ci saranno grandi nomi della letteratura italiana e internazionale, con un programma che unisce firme consacrate a scrittori esordienti. Innanzitutto, a pochi giorni dall’uscita, il festival presenterà la nuova opera di Corrado Augias che racconterà, in forma romanzesca, le ultime ore di vita di Gesù. Un altro grande giornalista, Mario Calabresi, ci parlerà, partendo da un decennio tormentato, gli anni Settanta, di storie di giovani di ieri e di oggi che hanno saputo guardare avanti con coraggio. Mentre il filo che unisce un padre e un figlio sofferente di una grave malattia sarà il tema dell’incontro con Roberto Vecchioni: un viaggio in cui si rincorrono i grandi gesti e le tenere paure di poeti e poetesse dell'unico tempo possibile, quello tra il mito e l'invenzione. Stefano Benni, ci aprirà, attingendo al grottesco, le porte del racconto horror, finendo con il consegnarci una galleria di memorabili mostri. Mentre Massimo Gramellini e Chiara Gamberale, chiuderanno proprio a pordenonelegge la tournée del fortunatissimo libro scritto a quattro mani. E poi, tante storie di donne. Con Serena Dandini che, parlandoci del suo romanzo in anteprima, racconterà la storia di una madre che non vuole invecchiare e una figlia che non vuole crescere. Al centro del romanzo di Luca Bianchini, ci sarà invece una campionessa mondiale di cadute, una cinquantacinquenne che dopo tante batoste si trasferisce a Londra per aprire una libreria italiana. Anche il romanzo di Daria Bignardi avrà come protagonista un personaggio femminile inquieto, pieno di contraddizioni, segnato da un bisogno di trascendenza inespresso. Di un’altra straordinaria figura di donna ci racconterà Concita De Gregorio: Irina, una donna che vede rapire e poi scomparire le sue due figlie gemelle, ma che trova la forza di ricucire la sua vita e di amare ancora. Un aspetto controverso, ma molto ricco narrativamente, quello della criminalità al femminile, sarà il tema dell’incontro con Luca Crovi, Michael Gregorio e Marta Morazzoni. Della madre, come aspetto imprescindibile della formazione maschile, si parlerà nel dialogo con Marco Peano e Marco Missiroli: perché è proprio nell’archetipo materno che l’uomo si apre alla dimensione più segreta e preziosa. Una donna che non si è fatta addomesticare è la protagonista del romanzo di Letizia Muratori: per una commedia nera e rosa che racconta la vita di una ex randagia spaventata, sottomessa, ma per fortuna anche dispettosa. Di cose inutili ma ricche di senso, ci parlerà Paola Mastrocola: perché ciò che è vecchio, desueto, ai margini, eccentrico, può essere mosso da un'energia misteriosa. La questione di genere, tra la resistenza del maschio e la reclusione femminile, sarà il tema del dialogo fra Elisabetta Bucciarelli e Gilda Policastro. Mentre Cristina Caboni ci parlerà di una storia intensa al femminile che vede come protagonista una apicultrice. L’amicizia femminile sarà invece al centro dell’incontro con Daria Colombo, il cui romanzo ha per protagoniste due donne che con matrimoni in crisi, figli che se ne vanno e bambini appena nati, mantengono la forza di sempre. Antonella Boralevi svelerà i segreti degli uomini, raccontati da una donna attraverso i grandi romanzi, con una nuova edizione ampliata di un suo libro molto amato.

(PPN) 15 lug 2015  14:55