Direttore responsabile Maurizio Pizzuto
Chinese (Traditional) English French German Italian Romanian Russian Spanish
rss feed
PPN widget
ven, 24 nov  2017 
time
01:08
NEWS PPN  
Cultura - Musica, Ettore Grimani presenta "Quello che"
Roma, 13 ott (Prima Pagina News) ETTORE GRIMANI presenta “QUELLO CHE", il singolo di debutto che anticipa il suo primo lavoro discografico. Il brano cattura già al primo ascolto e ci porta in un mondo sonoro moderno e accattivante. L’interpretazione mostra il frutto di un’evoluzione artistica iniziata qualche anno fa e che lo porta ora al lancio di un progetto capace di mettere in luce le potenzialità di un talento che sembrerebbe proprio avere qualcosa da dire, attraverso uno stile che si sa distinguere. La produzione ed il brano riescono ad esprimere con grande credibilità la strana e forte energia della sua voce che allo stesso tempo è ricca di ombre. Il brano vanta la firma di 3 autori d’eccezione: Luca Rustici, Philippe Leon e Pacy Ciotola. Autori che riescono ad esprimere al meglio il variegato mondo interiore di Ettore. “Quello che”, è accompagnato da un video diretto da Claudio D’Avascio, già noto per aver girato clip per alcuni tra i più importanti big italiani, tra cui ricordiamo Raf e Neffa. Il filmato presenta al meglio l’artista e il suo mondo musicale. Scrittore, poeta e musicista, romano di origine e del Lago di Garda di adozione , conosce presto la passione per la scrittura e la musica, mondi simili che lo aiutano ad esprimere le proprie fragilità ed angosce, acuite dalla prematura morte del padre. Un artista complesso e affascinante dominato dalle sue malinconie esistenziali. Gli anni dell’adolescenza sono frenetici, divisi tra la sua infinita passione per i saggi, la letteratura classica ed internazionale e le intere giornate passate al pianoforte. Arrivano presto le prime collaborazioni significative, tra cui ricordiamo quella con Fabio Gangi con cui fonda il gruppo dei Contrasto che viene notato da Ron, il quale , una volta sciolto il gruppo , esorta Ettore a continuare il suo percorso artistico suggerendogli di tirar fuori la propria sensibilità unica ed inimitabile. Da questo momento inizia un periodo estremamente delicato e sofferto alla fine del quale cambierà radicalmente il suo modo di concepire, vivere e scrivere. Questa delicata evoluzione lo porta alla collaborazione con Benito Madonia, cantautore meravigliosamente raro. In continuo bisogno di crescita artistica, decide di studiare canto con Luca Jurman e Beppe Cantarelli per rendere sempre più unico il suo stile.

(PPN) 13 ott 2015  12:49