Direttore responsabile Maurizio Pizzuto
Chinese (Traditional) English French German Italian Romanian Russian Spanish
rss feed
PPN widget
dom, 27 mag  2018 
time
19:08
  > TUTTE LE NEWS
 
NEWS PPN  
Cultura - Istat: in un anno 15% italiani in biblioteca, 30% a musei e mostre
Roma, 16 mag (Prima Pagina News) Per quanto riguarda i musei, non presentano caratteristiche di sistema e non possono essere considerati ancora una rete nazionale vera e propria a differenza delle biblioteche. Tuttavia, la loro presenza capillare, la loro organizzazione, i servizi offerti e le attivita' che svolgono, oltre a costituire gia' oggi forme almeno locali di rete culturale, presentano potenzialita' per il futuro. Nel 2015 la rilevazione condotta da Istat, Mibact, Regioni e Province autonome ha identificato quasi 5 mila istituzioni museali aperte al pubblico e operanti nel 2015: 4.158 musei e gallerie, 282 aree e siti archeologici, 536 monumenti o complessi monumentali. In larga maggioranza (64,1 per cento) queste istituzioni sono pubbliche, prevalentemente comunali (43 per cento del totale); quelle che appartengono allo Stato sono 439, cioe' meno del 9 per cento, ma comprendono luoghi di grande attrattivita', come il Colosseo, gli scavi di Pompei, la Galleria degli Uffizi, per cui da sole hanno registrato, nell'anno considerato, piu' di 47 milioni di ingressi su un totale di oltre 110,6 milioni. I dati sulla partecipazione culturale rilevati dall'Istat con l'indagine 'Aspetti della vita quotidiana' segnalano che poco piu' di 17 milioni di persone residenti in Italia, dai 6 anni di eta' in su (29,9 per cento), hanno visitato in un anno almeno una volta musei o mostre, e circa 13,5 milioni si sono recati presso monumenti o siti archeologici, anche se non e' possibile stabilire se lo hanno fatto nella propria regione, in una regione diversa, o addirittura in un altro Paese. Quasi la meta' dei musei italiani fa parte di reti o sistemi museali, il 52% ha aderito a reti o sistemi museali del proprio territorio e il 57,2% degli istituti ha rapporti formali di collaborazione e partenariato con altre istituzioni culturali. Il 63,1% delle strutture, inoltre, fa parte di itinerari turistici o se ne e' fatto promotore. Quanto ai visitatori, nel 2015 le citta' del Centro Nord superano i 63,4 milioni, ma di contro a livello nazionale, un museo, monumento o area archeologica su cinque conta non piu' di un visitatore al giorno e una minoranza di luoghi della cultura, pari al 4,2 per cento sul totale nazionale, pur aperti regolarmente al pubblico, riporta di non avere avuto alcun ingresso nei dodici mesi considerati. Per quanto riguarda l'occupazione, nel 2015 lavorano nel settore poco piu' di 20 mila persone (una per ogni 5.300 ingressi), a cui vanno aggiunti 7.500 operatori di ditte esterne, 800 addetti al servizio civile nazionale e circa 250 tra stagisti e tirocinanti. Prestano, inoltre, la propria opera a sostegno dei luoghi della cultura quasi 18 mila volontari.

(PPN) 16 mag 2018  12:45