Direttore responsabile Maurizio Pizzuto
Chinese (Traditional) English French German Italian Romanian Russian Spanish
rss feed
PPN widget
gio, 17 ago  2017 
time
09:43
NEWS PPN  
Lazio - Roma, grande apertura per la Festa del Cinema Bulgaro
Roma, 22 mag (Prima Pagina News) 25 maggio 2015, Casa del Cinema (Villa Borghese) di Roma: si apre alle 20.30 l’ottava edizione della Festa del cinema bulgaro. Organizzata dall'Istituto Bulgaro di Cultura a Roma, questo appuntamento è una finestra sulle migliori nuove produzioni di una cinematografia con la quale l'Italia da anni, oramai, ha intessuto uno straordinario dialogo. L’iniziativa fa parte del Mese della Cultura Internazionale promosso da Roma Capitale. Ad aprire questa kermesse di questa importante edizione sarà Il giudizio (Съдилището), ultimo lavoro del regista Stefan Komandarev che vede protagonisti Asen Blatechky insieme al serbo Miki Manojlović (Underground e Gatto Nero Gatto bianco di Kusturica o Il macellaio di Grimaldi). Alla proiezione saranno presenti il regista, Stefan Komandarev, l’attore Asen Blatechky, protagonista del film nonché fra i volti più noti della cinematografia bulgara contemporanea; e una delle protagoniste del film, Paraskeva Dzhukelova. Fra gli altri prestigiosi ospiti della serata: il Ministro della Cultura della Bulgaria Vezhdi Rascidov, il Direttore del Centro di Cinematografia bulgara Pavel Vasev, il Direttore della Programmazione e Palinsesto della Televisione Nazionale bulgara Sevda Shishmanova. Una grande aperture, quindi, che nasce anche dall’importante significato di questa edizione del Festival: esattamente cent’anni fa, infatti, aveva luogo la proiezione della prima pellicola bulgara: Il bulgaro è galante (Българан е галант) di Vasil Gendov. Il Giudizio è una pellicola del 2014 e narra la travagliata storia di Mityo e di suo figlio Vasco. I protagonisti della vicenda abitano in una regione piuttosto povera della Bulgaria, al confine tra Turchia e Grecia. La triste storia vede Mityo confrontarsi con la più grave tragedia della sua vita: l’aver perso sua moglie, il lavoro ed infine anche il rispetto e la fiducia di ciò che di più caro gli è rimasto al mono, suo figlio. Per poter sperare di salvare almeno l’ultimo legame famigliare rimastogli, Mityo dovrà espiare un peccato commesso ben 25 anni fa. Il film è stato presentato per la prima volta in anteprima nell’ottobre del 2014 durante il film festival di Varsavia Regista de Il Giudizio, è Stefan Komandarev, laureato in regia alla EAVE nel 2011 e membro dell’Associazione dei registi bulgari, dell’Associazione dei produttori cinematografici e dell’Accademia filmografica europea. Noto anche come produttore e sceneggiatore bulgaro, Komandarev è la mente ideatrice di numerosi film e documentari tra cui Il mondo è grande e la salvezza ci aspetta dietro l’angolo (2008), primo film bulgaro nominato per la selezione di film internazionali agli Oscar nel 2010, vincitore di 35 premi di festival internazionali , di cui la maggior parte nella sezione premi del pubblico. Tra gli altri La città delle badanti (2002, doc.), Alfabeto della speranza (2003, doc.), Pane attraverso il recinto (2002, doc.), Pensione per cani (1999).

(PPN) 22 mag 2015  16:05