Direttore responsabile Maurizio Pizzuto
Chinese (Traditional) English French German Italian Romanian Russian Spanish
rss feed
PPN widget
mer, 16 ago  2017 
time
17:18
  > TUTTE LE NEWS
 
NEWS PPN  
Lazio - Lazio, Smeriglio (Sel): "Solidarietà a Marino, vittima di vecchie consorterie"
Roma, 25 giu (Prima Pagina News) Massimiliano Smeriglio (Sel), vicepresidente della Regione Lazio, è intervenuto questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università degli Studi Niccolò Cusano, nel corso del format ECG Regione, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio. Diverse le tematiche affrontate da Smeriglio, che ha detto la sua sull'intimidazione sull'intimidazione subita dal sindaco di Roma, Ignazio Marino: "Eviterei di dare l'idea che noi consideriamo battaglie giuste solo quelle che poi incontrano situazioni di pericolo. La battaglia che sta facendo Marino per riportare la legalità a Roma è sotto gli occhi di tutti, per questo esprimo la mia più totale vicinanza e solidarietà al sindaco. Quello che sta accadendo a Roma è profondo, si stanno rimettendo in discussione poteri, gerarchie e situazioni di illegalità che galleggiavano da troppo tempo. L'operazione della Procura e il profilo di legalità tenuto dal sindaco aiutano questa azione ed è inevitabile che qualcuno tenti di reagire". Secondo Smeriglio, Marino deve andare avanti: "La sua biografia e il suo modo di stare nella vicenda di mafia capitale rappresenta un chiarissimo segnale di discontinuità, sarebbe curioso se dovesse arrivare alle dimissioni dopo essere stato un promotore del cambiamento, vittima delle vecchie consorterie che albergavano in Campidoglio". Il vicepresidente della Regione Lazio annuncia la nascita di una nuova forza di sinistra: "Fassina ha lasciato il Pd con un atto comunicativo dirompente. La sinistra va ricostruita nei territori, nei quartieri, nelle periferie, nelle situazioni di maggiore sofferenza. E' vero quello che dice Fassina, il Pd assomiglia sempre di più al partito dei poteri forti e quindi c'è uno spazio, una prateria, da percorrere insieme a Civati, a Pastorino, a Fassina, a Cofferati. Sarà un autunno costituente quello che attende la sinistra. Sel è a disposizione con l'ambizione di costruire una sinistra più grande, che non sia di testimonianza ma che possa avere un progetto di governo. Non ci faremo rinchiudere in un perimetro minoritario".

(PPN) 25 giu 2015  14:08