Direttore responsabile Maurizio Pizzuto
Chinese (Traditional) English French German Italian Romanian Russian Spanish
rss feed
PPN widget
lun, 25 set  2017 
time
22:40
  > TUTTE LE NEWS
 
NEWS PPN  
Lazio - Bianchi (SEL): Legge usura, 4,8 milioni per sostenere imprese e famiglie in difficoltà
Roma, 8 ott (Prima Pagina News) Quasi 5 milioni di euro nei prossimi due anni per sconfiggere il fenomeno dell’usura, aiutare le piccole e medie imprese ad uscirne, risarcire le vittime e sostenere chi vuole ricominciare con una nuova attività. E' quanto prevede la legge approvata oggi, con cui rendiamo il sistema delle imprese laziali più forte e allo stesso tempo aiutiamo le famiglie in situazioni di forte indebitamento a venirne fuori. Per farlo verrà rafforzata e sostenuta la rete territoriale fatta di associazioni, fondazioni ed enti che già oggi sono attivi sul fronte anti-usura. Così Daniela Bianchi, consigliera regionale del gruppo "SEL" in merito all'approvazione della legge 64 per il contrasto all'usura, votata oggi all'unanimità dal Consiglio Regionale del Lazio. -E’ la risposta migliore che come Regione potevamo dare ad un fenomeno ancora molto presente nel Lazio e nella nostra provincia: Frosinone è 88° come rischio usura su 103 province italiane e a livello regionale c'è stato un aumento del 20% di richieste di aiuto rispetto agli anni precedenti. Le piccole e medie imprese con un forte indebitamento e a forte rischio di usura potranno accedere fino a 50mila euro da restituire in 10 anni, mentre ci sarà un sostegno fino a 25mila euro per imprese che adottano misure per la competitività. Altra novità introdotta dal testo è il riconoscimento del danno sociale, con un indennizzo alle vittime di usura da 5mila fino a 20mila euro. L’intervento è in linea con i dati del Viminale, che fotografano un indebitamento medio delle famiglie proprio di 20mila euro. Ci sarà un forte controllo sull’utilizzo dei fondi e sui beneficiari: ad esempio per poter accedere all'indennizzo sarà necessario che le vittime abbiano sporto denuncia, siano estranee ad ambienti criminali e che sia attestata la difficoltà economica. Allo stesso tempo sulle imprese saranno utilizzati tutti gli attuali sistemi di valutazione previsti dalle leggi anti-usura. Per vincere questa battaglia , ci sarà anche una forte attività di prevenzione basata da campagne informative, attività di prevenzione e programmi di micro-credito. Da oggi avremo un’economia laziale più sicura e solida con un’attenzione maggiore alle tante famiglie in difficoltà. I tanti volontari e professionisti che nel silenzio lavorano quotidianamente sui territori, avranno infatti maggiori risorse e strumenti per salvare un’impresa dal fallimento o una famiglia dallo sfratto. Un messaggio concreto di speranza in un momento in cui, dopo la crisi, iniziamo a vedere i primi segnali di ripresa.

(PPN) 8 ott 2015  16:38