Direttore responsabile Maurizio Pizzuto
Chinese (Traditional) English French German Italian Romanian Russian Spanish
rss feed
PPN widget
gio, 14 dic  2017 
time
01:53
NEWS PPN  
Lazio - Concorsone Roma, 22 Procedure: "Anno nuovo, promesse vecchie"
Roma, 7 gen (Prima Pagina News) «Anno nuovo, promesse vecchie. Secondo il Documento unico di programmazione relativo al prossimo triennio, tra il 2016 e il 2018 Roma Capitale assumerà 1400 vincitori del Concorsone. Un annuncio che ci rende felici, a meno che non siano sempre solo le solite promesse. Invece di rincorrere il titolo di giornale, invitiamo l’amministrazione a mantenere la parola data. I 69 vincitori che dovevano essere assunti nell’anno che è ormai alle spalle sono ancora lì, in attesa di sapere cosa ne sarà di loro». A parlare è Federica Ragno, portavoce del Comitato 22 Procedure per la Giustizia, nato per rappresentare le 1995 persone vincitrici e le migliaia di idonei di un concorso bandito ormai nel lontano 2010 da Roma Capitale. «Abbiamo letto con attenzione il Dup e numerosi sono i dubbi che nutriamo su questo documento che sembra non prendere atto delle modifiche dell’ultima legge di Stabilità che ha, ahinoi, drasticamente ridimensionato le percentuali del turn over al 25% per il prossimo triennio. Non solo. Nel Dup si specifica che, in attuazione di quanto previsto dal Piano di Rientro, la spesa per il personale dovrà essere ridotta, nel 2016, di circa 20 milioni rispetto all’anno precedente. E, dunque, ci chiediamo, come vengono fuori questi numeri per le nostre assunzioni? A oggi, quello che ci risulta è che il Commissario Tronca non ha attuato la delibera di Giunta n. 350/2014, in cui si stabilivano i numeri delle assunzioni relativi al triennio 2014-2016, se non per il comparto scuola. A noi questa sembra solo l’ennesima promessa che proprio non pensiamo di meritare». «Un altro dubbio, leggendo il Dup, è quello relativo all’assunzione di 24 dirigenti che avverrà con un’integrazione del piano della dirigenza con quello del personale non dirigenziale. Col turn over al 25% e con 28 pensionamenti, come si possono assumere 24 dirigenti? I conti non tornano. Allora il sospetto che ci viene è che l’integrazione dei due piani, di cui si parla nel documento, sia solo l’ennesima beffa a nostro danno. Faranno pagare a noi le assunzioni dei dirigenti come è già successo con i precari e con il comparto scuola? Un dubbio legittimo visto che non sarebbe la prima volta». «Chiediamo allora un tavolo di confronto con l’amministrazione attuale. Ci dimostrino che questi numeri sono veri, come noi speriamo, e che non siamo invece di fronte alle solite promesse che sentiamo ormai da troppi anni. Chiediamo, inoltre, un intervento del Governo e del Ministro Madia per affrontare la questione di Roma Capitale che, come ha confermato lo stesso Dup, ha una carenza di organico di oltre 8 mila unità. Facciamo appello al Ministro che, di recente, ha ribadito la sua volontà di assorbire i vincitori di concorso e di inserire giovani risorse qualificate nella pubblica amministrazione. È lo stesso Dup a sottolineare che Roma Capitale, per una corretta pianificazione assunzionale, resta in attesa dei decreti attuativi della sua Riforma (nello specifico degli articoli 16 e 17, che prevedono anche l’introduzione di norme transitorie per l’assorbimento dei vincitori di concorso). Chiediamo, infine, al Ministro una deroga per Roma Capitale al taglio del turn over disposto dalla Legge di stabilità 2016 e la proroga delle graduatorie. Roma Capitale non può sopravvivere così. Sono a rischio le nostre assunzioni e i servizi dei cittadini. Nel frattempo, di fronte alle non risposte del Campidoglio, andremo fino in fondo utilizzando le vie legali a nostra disposizione e tuteleremo in tutte le sedi opportune i nostri diritti».

(PPN) 7 gen 2016  18:05