Direttore responsabile Maurizio Pizzuto
Chinese (Traditional) English French German Italian Romanian Russian Spanish
rss feed
PPN widget
gio, 21 set  2017 
time
21:17
  > TUTTE LE NEWS
 
NEWS PPN  
Lazio - Csm, convegno sulla Corte di Cassazione 1 marzo al Palazzo di Giustizia
Roma, 26 feb (Prima Pagina News) Martedì 1 marzo alle 14.30 si aprirà presso l’Aula Magna del Palazzo di Giustizia il convegno organizzato dal Consiglio Superiore della Magistratura su “La Corte di Cassazione: tra il dovere di nomofilachia e la crescente domanda di giustizia”. L’incontro prevede gli indirizzi di saluto del Ministro della Giustizia Andrea Orlando, del Vice Presidente del CSM Giovanni Legnini, del Primo Presidente della Corte di Cassazione Giovanni Canzio, del Procuratore Generale presso la Corte di Cassazione Pasquale Ciccolo, del Presidente del Consiglio di Stato Alessandro Pajno, del Presidente della Sesta commissione del CSM Luca Palamara e del Presidente del Consiglio Nazionale Forense Andrea Mascherin. Dalle ore 15.15 seguiranno gli interventi del Giudice della Corte Costituzionale Mario Rosario Morelli, del Componente del CSM Ercole Aprile, del Presidente Aggiunto della Corte di Cassazione Renato Rordorf , del Procuratore Generale Aggiunto presso la Corte di Cassazione Vincenzo Geraci, del Direttore dell’Ufficio Massimario Giovanni Amoroso del Direttore del CED Vincenzo Cerbo e del Professore Giovanni Verde. Alle 16.45 si terrà la sessione dedicata alle “Prospettive legislative di riforma” con gli interventi del Presidente della Commissione Giustizia del Senato Nico D’Ascola e della Presidente della Commissione Giustizia della Camera Donatella Ferranti. Coordina e conclude il dibattito il Direttore dell’Ufficio Studi del CSM, il Consigliere Maria Rosaria San Giorgio. Il convegno nasce dall’esigenza di elaborare soluzioni organizzative e legislative che, consentendo alla Corte di Cassazione, attualmente costretta ad una produzione ipertrofica, di recuperare il suo ruolo nomofilattico, assicuri certezza al diritto e stabilità alla giurisprudenza, contribuendo così, in modo decisivo, alla riduzione dei flussi dei procedimenti anche nelle fasi di merito.

(PPN) 26 feb 2016  14:37