Direttore responsabile Maurizio Pizzuto
Chinese (Traditional) English French German Italian Romanian Russian Spanish
rss feed
PPN widget
dom, 24 giu  2018 
time
12:48
NEWS PPN  
Tur - Turismo, presentata a Roma “Land of Garda”
Roma, 12 giu (Prima Pagina News) “Una potenzialità, quella del lago di Garda, non ancora espressa compiutamente se si considera che la sola sponda veneta, nel 2017, ha ospitato circa 14 milioni di turisti, in prevalenza stranieri, che posizionano la Città di Verona al 5° posto nella topo ten delle destinazioni turistiche italiane”. È quanto ha dichiarato Paolo Artelio, presidente del Consorzio Lago di Garda Veneto, intervenuto questa mattina a Roma, alla conferenza stampa di presentazione del Convegno “Land of Garda. Identità, Organizzazione, Governance” che si terrà a Lazise, presso la Dogana Veneta, il 18 giugno prossimo. “Si tratterà, ha continuato Artelio, di un primo incontro, di un punto di partenza per una riflessione condivisa su quale possa essere il futuro della destinazione turistica, partendo dalla conoscenza di esperienze virtuose, espresse da altri territori, sia italiani che steri”. Al Convegno, infatti, organizzato dalla Camera di Commercio di Verona, in qualità di soggetto coordinatore della DMO (Destination Management Organization), si confronteranno l’esperienza internazionale del Lago di Costanza (Austria, Germania, Svizzera), quella nazionale (Mibact), quella delle Regioni Veneto e Valle d’Aosta, quella della città di Bologna. Particolarmente interessante si annuncia l’esperienza del Lago di Costanza che si segnala per una governance complessa e un marketing unico. “Al di là del fatto che il Lago di Garda bagni le rive di tre Regioni (Lombardia, Veneto e Trentino), questo deve essere considerato un prodotto unico, ha detto ancora Artelio, di grande fascino e molto frequentato soprattutto da una clientela estera, principalmente di lingua tedesca. Lo scorso anno, infatti, sulla sola sponda veronese del Lago di Garda sono state registrate 5,9 milioni di presenze di turisti provenienti dalla Germania (oltre la metà del totale), seguita a distanza da Olanda, Regno Unito, Austria e Danimarca, mentre i turisti italiani provengono principalmente da Lombardia, Veneto, Trentino-Alto Adige, Emilia-Romagna e Piemonte. Ma quello che stiamo registrando è un forte incremento anche per il 2018 dell’ordine del 4,5% di arrivi e del 4% di presenze per il turismo estero e del 3,5% per quello nazionale”.

(PPN) 12 giu 2018  16:24