Abruzzo, l'orso bruno Marsicano torna a terrorizzare gli allevatori

I cittadini sono ostaggio dell'animale e, soprattutto la sera, è impensabile fare un giro per strada.

(Prima Pagina News)
Mercoledì 24 Aprile 2019
Pettorano sul Gizio (AQ) - 24 apr 2019 (Prima Pagina News)

I cittadini sono ostaggio dell'animale e, soprattutto la sera, è impensabile fare un giro per strada.

L'orso torna a "colpire" in provincia dell'Aquila, nei centri abitati e molto lontani dalle aree protette. In anticipo rispetto alle sue abituali di fine luglio, l'orso bruno Marsicano stanotte ha colpito un allevamento nella frazione di Vallelarga, comune di Pettorano sul Gizio distruggendo un pollaio e mangiando tutte e 7 galline presenti in esso.

La zona, scenario dell'ennesimo misfatto, è sia fuori dal territorio del PNALM (Parco Nazionale Abruzzo, Lazio, Molise) che dalla riserva del Monte Genzana. Sono ormai 7 anni che i cittadini della zona si battono per incontrare i vertici del PNALM, al fine di riportare l'esemplare nel suo territorio d'appartenenza, ma con scarsissimi risultati.

La situazione è grave sia per i residenti che per lo stesso plantigrado, che corre il rischio di essere investito dai veicoli, considerata la prossimità della SS 17, statale che collega Pescara e Napoli e, perciò, ad alta percorrenza. I cittadini sono ostaggio dell'animale e, soprattutto la sera, è impensabile fare un giro per strada. (Domenico Della Gatta )


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

orso bruno marsicano
PPN
Prima Pagina News

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU