Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Nasce la Fondazione Gaia, Edward Von Freymann “Come padre voglio che Gaia sia ricordata per sempre
L'incidente risale allo scorso 22 dicembre 2019, quando a Roma due ragazze, Gaia Freymann e Camilla Romagnoli mentre stavano attraversando Corso Francia sono state investite dall’auto guidata dal giovane Pietro Genovese, morendo sul colpo poco dopo la mezzanotte. Stavano tornando a casa dai genitori dopo una serata passata con gli amici. Oggi nasce ufficialmente la Fondazione Gaia per volere del padre.
di Maurizio Pizzuto
Lunedì 18 Gennaio 2021
Roma - 18 gen 2021 (Prima Pagina News)
L'incidente risale allo scorso 22 dicembre 2019, quando a Roma due ragazze, Gaia Freymann e Camilla Romagnoli mentre stavano attraversando Corso Francia sono state investite dall’auto guidata dal giovane Pietro Genovese, morendo sul colpo poco dopo la mezzanotte. Stavano tornando a casa dai genitori dopo una serata passata con gli amici. Oggi nasce ufficialmente la Fondazione Gaia per volere del padre.
Non lascia trapelare nessuna forma di odio o di rancore Edward Von Freymann nel raccontare e ricordare la tragica morte della figlia Gaia, sedici anni, vittima di un grave incidente della strada avvenuto a Roma la sera del22 dicembre del 2029 mentre Gaia era in compagnia della sua amica, Camilla Romagnoli, uccisa anche lei dall’impatto con l’auto che le ha investite mentre attraversavamo la strada sulle strisce pedonali e con il semaforo verde.

“A distanza di un anno – dice il padre di Gaia- sento il desiderio di ricordare mia figlia con gioia, come era “Gaia “. Ma questo dolore immenso non lo voglio esprimere con rabbia ma trasformarlo in amore portando sempre con me il suo sorriso luminoso e trasmettendolo agli altri come messaggio di speranza e di crescita”.

Poi aggiunge con immenso dolore pribvato:"Due ragazze sono comunque morte, strappate alle famiglie sotto Natale. C'erano dei progetti che sono terminati. Mi ritorna in mente quasi tutti i giorni il mio essermi ritrovato lì quella sera. Come padre sono dovuto andare a riconoscerla. Mi ritornano in mente i suoi occhi sgranati. E quegli occhi sgranati me li porterò dietro per sempre".

“Ora sto costituendo – annuncia Edward Von Freymann -una fondazione in suo nome che avrà come scopo anche la prevenzione, l’educazione stradale dei giovanissimi nelle scuole, l’assistenza alle famiglie della vittime della strada che non hanno la possibilità economica per affrontare una situazione già difficile umanamente .

Parole piene di dolore quelle di Edward Von Freymann, che in tribunale ricordiamo ha assistito alla sentenza con la quale Pietro Genovese è stato poi condannato a otto anni di reclusione per duplice omicidio stradale con una rassegnazione composta e davvero esemplare.

Quel giorno la Corte non ha riconosciuto il concorso di colpa. Il giudice ha infatti stabilito che Gaia e Camilla hanno attraversato sulle strisce pedonali e Edward Von Freymann si era limitato ad osservare: "Conoscendo Gaia sapevo già la verità: non avrebbe mai potuto attraversare col buio, per quale motivo avrebbe dovuto addirittura saltare il guardrail a venti metri dalle strisce? Non aveva senso".

Un padre straordinariamente esemplare.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

Edward Von Freymann
Gaia Freymann e Camilla Romagnoli
PPN
Prima Pagina News

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU