Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Rai, Lettera22: "Girotondi sospetti dell'Usigrai, dimenticata vocazione sindacale per scelta politica"
"Chi rappresenta il braccio armato del potere, a fine mandato si esibisce in presidi di piazza".
(Prima Pagina News)
Martedì 11 Maggio 2021
Roma - 11 mag 2021 (Prima Pagina News)
"Chi rappresenta il braccio armato del potere, a fine mandato si esibisce in presidi di piazza".
Puntuali, a ogni giro di valzer delle nomine Rai, tornano i girotondi, e a guidare la danza sono sempre gli stessi musicanti, quelli che durante il mandato vanno a braccetto con il potere politico, rappresentandone il braccio armato in Azienda, a fine mandato invece si esibiscono nei presidi di piazza, invocando la liberazione della Rai da quei poteri politici di cui sono chiara espressione. Il sistema che manifesta contro se stesso: è il paradosso della protesta dell'UsigRai, indetta per domani, secondo gli operatori dell'informazione dell'associazione Lettera22.

Il sindacato unico dei giornalisti, invece che tutelare l'indipendenza e il pluralismo di tutti i lavoratori del Servizio Pubblico, continua a perpetrare scelte di preciso colore politico, rimarcate con il sostegno alla ricandidatura del Consigliere uscente dei dipendenti, Riccardo Laganà, distintosi in Cda come stampella della Consigliera del PD Borioni.

Al motto "La Rai libera dai partiti" l'UsigRai vorrebbe estromettere qualsiasi altra voce, se non la propria e del Partito di cui è la cinghia di trasmissione, dal Servizio Pubblico.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

girotondo
Lettera22
PPN
Prima Pagina News
protesta
Rai
Usigrai

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU