Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Fine vita, Cappato: "Elena ha appena confermato la sua volontà, è morta nel modo che ha scelto"
La donna, paziente oncologica, è stata accompagnata dall'Associazione Luca Coscioni in Svizzera dove ha ricevuto il suicidio assistito.
(Prima Pagina News)
Martedì 02 Agosto 2022
Roma - 02 ago 2022 (Prima Pagina News)
La donna, paziente oncologica, è stata accompagnata dall'Associazione Luca Coscioni in Svizzera dove ha ricevuto il suicidio assistito.
"Elena ha appena confermato la sua volontà: è morta, nel modo che ha scelto, nel Paese che glielo ha permesso". Così twitta il tesoriere dell'Associazione Luca Coscioni, Marco Cappato. "Domattina in Italia andrò ad autodenunciarmi", prosegue. Cappato era in Svizzera per esaudire la richiesta di una signora veneta di 69 anni di accedere al suicidio assistito.

La donna, affetta da grave e irreversibile tumore al polmone con metastasi, aveva chiesto di essere portata in Svizzera per ricevere l'eutanasia. In Italia, non avendo bisogno di sostegni vitali, la donna non rientrava nella fattispecie della sentenza Dj Fabo-Cappato, per cui non necessitava di suicidio assistito.

Dopo essere arrivato in Svizzera, Cappato ha raccontato, riferendosi alla donna con un nome di fantasia: "È stato un viaggio lungo, oltre otto ore dal Veneto, un viaggio reso necessario dal fatto che Adelina non avrebbe potuto ottenere questa possibilità in Italia, perché la sentenza della Corte costituzionale esclude che possano essere aiutate a morire persone che non siano tenute in vita da trattamenti di sostegno vitale. La signora Adelina è malata terminale di cancro, ha davanti una prospettiva di vita molto breve e di sofferenza sempre crescente, ma non è attaccata a una macchina".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

Associazione Luca Coscioni
Elena
fine vita
Marco Cappato
PPN
Prima Pagina News

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU