Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Il giornalista Francesco Digiorgio minacciato dalla mafia dei boschi

Altipiani di Arcinazzo. Attentato incendiario ai danni di un giornalista coraggioso. A lui  la solidarietà del Gruppo Gino Falleri - Giornalisti 2.0.

(Prima Pagina News)
Martedì 19 Luglio 2022
Roma - 19 lug 2022 (Prima Pagina News)

Altipiani di Arcinazzo. Attentato incendiario ai danni di un giornalista coraggioso. A lui  la solidarietà del Gruppo Gino Falleri - Giornalisti 2.0.

“L’attentato incendiario ha messo a rischio un’intera palazzina dove oltre a noi alloggiano anche altre persone. La mia compagna inoltre è incinta al sesto mese. Una tentata strage, travestita da atto intimidatorio tipico dei metodi mafiosi. Ovviamente non posso sapere di chi sia la mano che ha acceso il fuoco, ma posso solo fare supposizioni in merito ad articoli che ho scritto anche ultimamente, in particolare sul bestiame vagante. Evidentemente qualcuno ha deciso che doveva imbavagliarmi. Invece non si è reso conto che non fa altro che fortificare le mie azioni per la lotta al degrado e per la libertà di stampa”.

Francesco Digiorgio, 38 anni, giornalista pubblicista iscritto dal 12 gennaio 2016 presso l’ Ordine del Lazio  denuncia da tempo il pascolo selvaggio che si registra nelle campagne di Altipiani di Arcinazzo, dove il bestiame, lasciato allo stato brado, circola indisturbato per le strade.

Proprio qualche giorno fa il giornalista ha pubblicato il video di un toro che girava indisturbato nella piazza del paese.

«Chi ha colpito – denuncia il giornalista sul giornale online che dirige, informareh24.it. – sapeva bene quale era la mia porta di casa e quale auto colpire tra quelle parcheggiate. L’incendio doloso è evidente per la presenza di una sorta di miccia. Il fatto è avvenuto intorno alle 2.30”.

Dice ancora il giovane cronista: “Attualmente il nostro paese è in fondo alla classifica per la libertà di stampa, tra minacce, l’aggressione e querele temerarie. In mattinata ho sporto denuncia presso il commissariato di Polizia di Fiuggi affinché siano identificati e perseguiti questi vili criminali.Desidero inoltre lanciare un messaggio a tutti quei colleghi che sono sottoposti a minacce e intimidazioni. Non mollare, non abbandonate mai la lotta per il diritto di cronaca e la libertà di informazione”.

In una dichiarazione a nome del Gruppo Gino Falleri-Giornalisti 2.0 il Direttore di Prima Pagina News manifesta al collega colpito da tanta violenza la solidarietà e la vicinanza di tutto il Movimento.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

attentato incendiario
Francesco Digiorgio
Gruppo Gino Falleri
maurizio pizzuto
PPN
Prima Pagina News

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU