Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
+++Gerusalemme: “Eliminati leader Hamas”. Gaza: razzi verso centrale nucleare Israele, estensione attacchi dalle 17
Prosegue l’ escalation.
(Prima Pagina News)
Mercoledì 12 Maggio 2021
Roma - 12 mag 2021 (Prima Pagina News)
Prosegue l’ escalation.
Alti comandanti di Hamas sono stati "simultaneamente eliminati a Gaza e Khan Yunis" nel nord della Striscia. Lo hanno dichiarato l'esercito e il servizio di sicurezza interno, dello Stato ebraico, alla fine di una "operazione complessa e prima nel suo genere".

"I comandanti - hanno spiegato - sono uomini chiave dello 'Staff generale' di Hamas e considerati vicini al capo dell'ala militare dell'organizzazione Mohammed Deif".

La diretta interessata  ha risposto immediatamente, minacciando di colpire dalle ore 18 (le 17 in Italia) nuove aree di Israele con razzi (potrebbero essere usati, secondo gli esperti, quelli guidati), rivendicando al contempo il lancio di 50 vettori contro la città di Ashdod e i centri urbani vicini ad essa.

Lo ha riportato il giornale Times of Israel, precisando che l'attacco ha fatto scattare le sirene d'allarme.

Almeno 15 razzi sono stati indirizzati verso il complesso nucleare di Dimona in Israele, ma comunque sono atterrati nella località di Beersheva a 40 chilometri di distanza dall' impianto atomico.

Il premier Benjamin Netanyahu riunirà in via d’ urgenza, a Tel Aviv alle 17 ora locale (le 18 in Italia) il Consiglio di Difesa per votare l’ estensione delle operazioni militari a Gaza e alle 20:30 vedrà il suo governo.

Continuano intanto i raid, dei jet con la Stella di David, nella Striscia. Essi hanno causato, secondo l’ ultimo bollettino fornito dal ministero della Salute locale, almeno 53 morti e 320 feriti dall’ inizio delle ostilità circa 48 ore fa. Sono saliti, nel frattempo, a 1100 i razzi lanciati, nello stesso arco temporale, contro il nemico sionista. Non si fermano nel frattempo gli scontri in Cisgiordania.

Un ragazzo di 16 anni, Rashid Abu Arreh, è stato colpito a morte dalle truppe israeliane durante gli incidenti avvenuti a Tubas. Lo ha comunicato la agenzia di stampa palestinese Wafa. Il giovane è rimasto coinvolto nei disordini quando la popolazione ha cercato di impedire all'esercito di arrestare esponenti locali ricercati. In precedenza un altro palestinese era stato ucciso, da militari, durante incidenti analoghi ad al-Fawar, presso Hebron.

Il presidente israeliano Reuven Rivlin ha denunciato ne frattempo il "pogrom di Lod da parte di "una folla di arabi assetati di sangue e esaltati". "Sono scene imperdonabili", ha sottolineato. "L'abbassare la bandiera di Israele – ha aggiunto - da parte dei manifestanti arabi e mettere al suo posto quella palestinese è un brutale assalto all'esistenza condivisa dello Stato di Israele" Ha sottolineato inoltre che "il silenzio della leadership araba su questi tumulti è vergognosa così come - ha concluso - dare sostegno al terrorismo, alle rivolte e incoraggiare la rottura della società in cui si vive e in cui continueremo a vivere quando tutto questo sarà passato".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

Gaza
Israele
PPN
Prima Pagina News

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU