Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Cina, Wenzhou emette un mandato di cattura per il re dei viaggi verso i casinò di Macao
Alvin Chau è unanimemente ritenuto il re dei “junket” cioé viaggi pagati da altri in questo caso per andare a giocare nel regno dei Casinò ovvero Macao ed espandere loro i crediti ma soprattutto i debiti che poi saranno da loro gestiti.
di Francesco Tortora
Sabato 27 Novembre 2021
Roma - 27 nov 2021 (Prima Pagina News)
Alvin Chau è unanimemente ritenuto il re dei “junket” cioé viaggi pagati da altri in questo caso per andare a giocare nel regno dei Casinò ovvero Macao ed espandere loro i crediti ma soprattutto i debiti che poi saranno da loro gestiti.
Wenzhou, una città nella Cina orientale, ha emesso un mandato di arresto per il magnate dei junket (significa viaggio di piacere pagato da altri) di Macao Alvin Chau, accusandolo di gestire attività di gioco d'azzardo nella Cina continentale.

Chau è il fondatore del più grande operatore di junket di Macao, Suncity, che gestisce sale da gioco VIP in tutta l'Asia. Gli operatori di Junket sono intermediari che portano i grandi scommettitori a giocare nei casinò, estendendo loro il credito e riscuotendo i loro debiti.

Il gioco d'azzardo da casinò è illegale in Cina al di fuori della regione amministrativa speciale di Macao, il più grande centro di gioco d'azzardo del mondo.

Ieri l'Ufficio di pubblica sicurezza della città di Wenzhou ha affermato che nel corso di una indagine si è scoperto che Chau ha formato una rete di agenti di junket nella terraferma per aiutare i cittadini a impegnarsi in attività di gioco d'azzardo offshore e transfrontaliere.

L'autorità nella città costiera nella provincia di Zhejiang sul suo account Weibo ha affermato che Chau ha anche creato una società di gestione patrimoniale nel continente per aiutare i giocatori d'azzardo a effettuare trasferimenti di fondi transfrontalieri.

Chau e Suncity non sono stati contattati telefonicamente ma non hanno finora risposto alle richieste di commento via e-mail alle agenzie stampa che hanno sollecitato chiarimenti a riguardo.

GGRAsia, una testata giornalistica sull'industria dei casinò in Asia, ha citato un portavoce di Suncity il quale oggi ha affermato via e-mail che la società aveva contattato Chau e non aveva ricevuto risposta. Ha citato la società dicendo che "sta seguendo le questioni rilevanti. La società sottolinea con la presente che tutte le attività operano normalmente in conformità con la legge e sotto la supervisione del governo della regione amministrativa speciale di Macao".

L'entità quotata in borsa di Suncity a Hong Kong, Suncity Group Holdings Ltd, non include le sue operazioni di junket.

L'autorità di Wenzhou ha affermato che a luglio 2020, il "sindacato criminale" guidato da Chau aveva 199 agenti a livello di azionisti, più di 12.000 agenti di gioco e oltre 80.000 membri scommettitori.

L'Ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e il crimine, ha dichiarato: "Il mandato di arresto di Chau sta senza dubbio inviando onde d'urto attraverso la criminalità organizzata a Hong Kong e Macao, ma anche in Cambogia, Laos e Filippine". Inoltre ha affermato che Suncity è stato collegato per molti anni ai principali trafficanti di droga e al riciclaggio di denaro sporco.

Chau ha trasformato Suncity da un tavolo da gioco nel casinò di Wynn Macau nel 2007 a un conglomerato tentacolare con migliaia di dipendenti e aziende che vanno dalle proprietà alle automobili.

Nel 2019, Suncity è finita nel mirino dei media cinesi sostenuti dallo Stato che hanno attaccato il gioco d'azzardo online per aver causato quello che ha descritto come un grave danno all'ordine economico sociale della Cina.

Suncity ha affermato di non aver gestito alcun gioco online all'epoca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

Alvin Chau
Cina
mandato di cattura
PPN
Prima Pagina News
Suncity
Wenzhou

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU