Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
La Corea del Sud dichiara che non risparmierà nessuno sforzo per aiutare la Corea del Nord in seguito all'epidemia di #Covid-19
La Corea del Sud, attraverso il suo Presidente, dichiara di voler sostenere in ogni modo la Corea del Nord nel suo momento difficile della diffusione del Covid che sembra essersi presentata in modo esponenziale.
di Francesco Tortora
Lunedì 16 Maggio 2022
Dal nostro corrispondente a Bangkok - 16 mag 2022 (Prima Pagina News)
La Corea del Sud, attraverso il suo Presidente, dichiara di voler sostenere in ogni modo la Corea del Nord nel suo momento difficile della diffusione del Covid che sembra essersi presentata in modo esponenziale.

Il Presidente della Corea del Sud Yoon Suk-yeol ha dichiarato oggi che il Paese non risparmierà alcuno sforzo per aiutare la Corea del Nord, mentre la nazione isolata lotta contro un'epidemia di COVID-19, e ha ribadito che rimarrà aperto agli aiuti umanitari. 

"Se la Corea del Nord risponderà (al nostro sostegno), non risparmieremo medicinali, compresi i vaccini COVID-19, attrezzature mediche e personale sanitario", ha dichiarato Yoon in un discorso alla sessione plenaria dell'Assemblea nazionale. 

Nel corso del discorso, Yoon ha anche dichiarato che discuterà con il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden i modi per rafforzare la cooperazione sulla catena di approvvigionamento globale attraverso il Quadro economico indo-pacifico. Biden dovrebbe visitare il Paese questa settimana. 

Il leader della Corea del Nord Kim Jong Un ha ordinato ai militari di stabilizzare la distribuzione dei farmaci COVID-19 nella capitale Pyongyang, nella lotta contro il primo focolaio confermato della malattia nel Paese, secondo i media statali. 

La scorsa settimana il Nord ha riconosciuto per la prima volta l'esistenza di un'epidemia "esplosiva" e gli esperti hanno avvertito che potrebbe provocare devastazioni in un Paese con forniture mediche limitate e nessun programma di vaccini. 

L'agenzia stampa statale KCNA ha affermato che -come dichiarato da Kim in persona in una riunione d'emergenza del Politburo tenutasi ieri prima di visitare le farmacie vicino al fiume Taedong della capitale - i farmaci procurati dallo Stato non raggiungono la popolazione in modo tempestivo e accurato. 

Ha aggiunto che Kim ha ordinato l'immediato dispiegamento delle "potenti forze" del corpo medico dell'esercito per "stabilizzare la fornitura di medicinali nella città di Pyongyang". 

L'agenzia di stampa ha riferito che Kim ha aggiunto che, sebbene le autorità abbiano ordinato la distribuzione delle riserve nazionali di medicinali, le farmacie non erano ben attrezzate per svolgere le loro funzioni senza problemi. 

Il leader ha detto che tra le loro carenze c'è la mancanza di un'adeguata conservazione dei farmaci, a parte le vetrine, mentre gli addetti alle vendite non sono dotati di un abbigliamento sanitario adeguato e l'igiene nei loro ambienti è al di sotto degli standard. 

Ha criticato l'atteggiamento, l'organizzazione e l'esecuzione del lavoro "irresponsabile" da parte del gabinetto e del settore sanitario pubblico. 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

#Covid-19
aiuti
Corea del Nord
Corea del Sud
PPN
Prima Pagina News

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU