Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Meloni, i Balcani occidentali contino sull'Italia per l'adesione all'Ue
'Importante rafforzare le procedure per l’accesso di questi Paesi all’Ue, ci sono molti temi su cui dovremmo lavorare insieme'.
(Prima Pagina News)
Martedì 06 Dicembre 2022
Roma - 06 dic 2022 (Prima Pagina News)
'Importante rafforzare le procedure per l’accesso di questi Paesi all’Ue, ci sono molti temi su cui dovremmo lavorare insieme'.
“I Paesi dei Balcani occidentali possono contare sull’Italia nella loro prospettiva di adesione all’Unione europea”. Così il premier, Giorgia Meloni, al suo arrivo a Tirana per il vertice tra l'Ue e i Paesi dei Balcani occidentali.

“Penso che abbiamo una grande responsabilità con i Paesi Balcani occidentali ancora di più dopo l’aggressione russa all’Ucraina”, prosegue. “Penso sia molto importante rafforzare le procedure per l’accesso di questi Paesi all’Ue e ci sono molti temi su cui dovremmo lavorare insieme come l’economia, sicurezza cibernetica, e altri temi su cui come sapete l’Italia è pienamente impegnata”, continua.

“Faremo il meglio su questi temi come il roaming, e altre cose che stiamo discutendo e sapete che potete contare sull’Italia”, conclude. 'Il futuro dell’Europa e dei nostri figli sarà più sicuro con i Balcani occidentali all’interno dell’Unione europea', dice il Presidente del Consiglio, Charles Michel, arrivando al vertice.

'È la prima volta - aggiunge - che il vertice dell’Ue-Balcani Occidentali si svolge in un Paese di questa regione'. “Sono assolutamente convinto che il futuro dell’Europa e dei nostri figli sarà più sicuro e più prospero con i Balcani occidentali all’interno dell’Ue. Stiamo lavorando duramente per fare progressi”, continua.

L'accordo sul roaming, che sarà firmato durante il vertice, prosegue Michel, è “un risultato concreto in linea con quanto avevamo discusso a Brdo più di un anno fa. Un passo importante e nella giusta direzione per le imprese, per le persone, per il turismo”.

“Un altro elemento importante”, conclude Michel, “è il sostegno che vogliamo dare ai Balcani occidentali in relazione alla crisi energetica e alle difficoltà energetiche. È una conseguenza della guerra lanciata dalla Russia in Ucraina, e dimostra il nostro impegno a rafforzare l’integrazione e la cooperazione nella regione”.

Stamani è stata firmata la dichiarazione fra gli operatori del settore delle telecomunicazioni dell'Ue e dei Balcani occidentali, che permetterà di ridurre i costi del roaming tra le due aree per il 2023, facendo diminuire i costi operativi che gravano sugli imprenditori, favorendo gli affari oltre i confini nazionali e dando una forte spinta al turismo nei Balcani occidentali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

Balcani occidentali
Charles Michel
Giorgia Meloni
PPN
Prima Pagina News
Ue

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU