Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Report, RAI3, i tentacoli della Cina sull’Italia, dai cinesi ormai,tranne l’aria che respiriamo, compriano quasi tutto
Il Pezzo di apertura della puntata di Report, in onda domani sera su Rai Tre a partire dalle 21.20 in poi è “ L'occhio del dragone”, inchiesta firmata da Giulio Valesini e Cataldo Ciccolella, con la collaborazione di Norma Ferrara ed Eleonora Zocca.
(Prima Pagina News)
Domenica 09 Maggio 2021
Roma - 09 mag 2021 (Prima Pagina News)
Il Pezzo di apertura della puntata di Report, in onda domani sera su Rai Tre a partire dalle 21.20 in poi è “ L'occhio del dragone”, inchiesta firmata da Giulio Valesini e Cataldo Ciccolella, con la collaborazione di Norma Ferrara ed Eleonora Zocca.
Con la pandemia –anticipano gli autori di Rai Tre- ci siamo abituati a passare numerosi controlli biometrici: le telecamere intelligenti rilevano se abbiamo la febbre, se portiamo bene la mascherina, se abbiamo un cappello che copre troppo la fronte, se siamo in gruppo o da soli davanti all’obiettivo. Si tratta di un grande aiuto a prevenire la diffusione del virus ma il mercato della videosorveglianza è in mano a poche aziende e i più grandi player del mercato sono multinazionali cinesi. Chi c'è dietro queste aziende? Dove finiscono i nostri dati? Potrebbero essere usati contro di noi? Dopo Trump e Biden una nuova guerra fredda sembra stagliarsi all'orizzonte e proprio i dati saranno il terreno di battaglia. Intanto – aggiunge la nota ufficiale di Report- l'ombra di deportazioni e lavoro forzato tinge di rosso le piantagioni di cotone dello Xinjiang nell'ovest della Cina, dove decine di migliaia di uiguri, una minoranza turcofona musulmana, sono costretti da Pechino a estenuanti campagne di raccolta a mano lontano dai loro villaggi. Il Partito Comunista Cinese vuole cancellare le radici culturali delle minoranze e combattere l'estremismo e lo ha fatto imprigionando da uno a tre milioni di uiguri in campi di rieducazione che il governo definisce centri di formazione professionale. Una volta rieducati molti di questi uiguri sono spediti nelle grandi fabbriche della Cina orientale, a lavorare per i fornitori di multinazionali occidentali. Anche noi abbiamo provato a creare la nostra società di import export e ci siamo infilati nel business del cotone. Scoprendo quanto è facile camuffarne l'origine.Insomma, una puntata da non perdere.(b.n.)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

#RaiReport
#raitre
CINA
PPN
Prima Pagina News

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU