Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Auto:ottima valutazione per le elettriche Skoda Enyaq e Volkswagen ID.4
I giudizi comunicati dalla Dacia Sandero Stepway.
(Prima Pagina News)
Mercoledì 14 Aprile 2021
Roma - 14 apr 2021 (Prima Pagina News)
I giudizi comunicati dalla Dacia Sandero Stepway.
Skoda Enyaq, Volkswagen ID.3, Dacia Sandero Stepway e Logan sono i nuovi modelli analizzati nella seconda serie di test Euro NCAP 2021. Le prime due, elettriche, raggiungono il massimo punteggio, mentre si devono accontentare di 2 stelle le gemelle rumene Sandero e Logan alimentate a benzina o gpl.

Cinque stelle anche per Cupra Formentor e-HYBRID (derivata dal modello testato quest’anno), VW Golf Variant e Mercedes-Benz GLE Coupè (classificate, entrambe, con protocollo 2019).

La valutazione della Dacia Sandero Stepway è penalizzata soprattutto dalla scarsa dotazione dei sistemi di assistenza alla guida, (presente solo il rilevamento di allaccio delle cinture di sicurezza e il freno automatico di emergenza AEB non in grado di rilevare pedoni e biciclette). Protezione marginale o debole del torace, dei femori e del collo per gli occupanti.

Stessa identica valutazione di 2 stelle è stata assegnata al modello gemello Logan: la linea del tetto è diversa posteriormente, ma la struttura è la stessa. Il Suv elettrico Skoda Enyaq ottiene 5 stelle.

Ottima la protezione degli occupanti, con massimi punteggi in ogni prova. Piccole criticità in caso di urto laterale con eccessiva escursione del conducente verso il passeggero accanto.

Bene la dotazione e la performance dei sistemi di assistenza alla guida. Non valutato, perché solo optional, il sistema di monitoraggio del conducente, mentre non è disponibile il sistema di rilevamento del pedone in retromarcia. Massimo punteggio anche per l’altra elettrica Volkswagen ID.4. Ottime le valutazioni delle prove per la protezione degli occupanti, massimo punteggio nell’urto laterale con barriera e palo. Qualche criticità nell’eccessiva escursione degli occupanti anteriori in caso di urto laterale.

Quasi completa la dotazione di serie degli ADAS, non presente solo il sistema di rilevamento del pedone in retromarcia.

“Da questa sessione di test si evince l'importanza della dotazione dei sistemi di assistenza alla guida per ottenere buoni standard di sicurezza” - ha dichiarato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club d'Italia - anche in caso di restyling, una buona dotazione di ADAS fa la differenza e contribuisce a migliorare la sicurezza delle autovetture”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

auto
PPN
Prima Pagina News
valutazione

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU