Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Shangai taglia gli ingressi dei turisti perché tornano ad aumentare i casi di #Covid
Alcuni casi di Covid segnalati a Shanghai e in un’altra città orientale del territorio cinese spingono le Autorità governative ad innalzare i limiti alla movimentazione nel pieno rispetto della politica cinese di tolleranza zero verso il virus.
di Francesco Tortora
Sabato 27 Novembre 2021
Roma - 27 nov 2021 (Prima Pagina News)
Alcuni casi di Covid segnalati a Shanghai e in un’altra città orientale del territorio cinese spingono le Autorità governative ad innalzare i limiti alla movimentazione nel pieno rispetto della politica cinese di tolleranza zero verso il virus.
Una manciata di casi locali di COVID-19 nelle sezioni orientali della Cina ha spinto la città di Shanghai a limitare le attività turistiche e in una città vicina sono stati limitati i servizi di trasporto pubblico, poiché la Cina insiste sulla tolleranza zero contro la diffusione dei cluster.

La città di Shanghai ha rilevato tre casi COVID-19 trasmessi a livello nazionale con sintomi confermati per la giornata di giovedì, secondo i dati ufficiali della Commissione sanitaria nazionale (NHC) resi pubblici ieri. L'ultima infezione sintomatica locale a Shanghai è stata segnalata ad agosto.

Le nuove infezioni sono arrivate pochi giorni dopo che la Cina ha contenuto il suo più grande focolaio causato dalla variante Delta, suggerendo la crescente sfida negli sforzi per eliminare i cluster locali.

I funzionari sanitari nazionali avevano affermato all'inizio di questo mese che l'obiettivo della Cina non è rimanere a zero infezioni ma assicurarsi che i cluster locali possano essere rilevati e contenuti il più rapidamente possibile.

Shanghai ha sospeso le agenzie di viaggio dall'organizzazione del turismo che prevede viaggi tra la città e altre regioni a livello di provincia.

Il centro finanziario di 24,9 milioni di residenti ha sigillato alcuni complessi residenziali ritenuti a maggior rischio di infezione e due ospedali locali hanno interrotto alcuni servizi in presenza per conformarsi al controllo COVID-19.

La città di Xuzhou nella provincia orientale di Jiangsu, a circa nove ore di auto da Shanghai, ha riferito giovedì di un portatore asintomatico trasmesso localmente che era uno stretto contatto di un'infezione di Shanghai.

La Cina conta separatamente i casi asintomatici. La città di 9,1 milioni di persone ha sospeso tutte e tre le linee della metropolitana, tagliato alcuni servizi di autobus urbani e a lunga percorrenza e chiuso alcuni ingressi sulle autostrade che la collegano con le aree circostanti. Ha consigliato ai residenti di non lasciare la città per motivi inutili, e chi deve viaggiare deve esibire la prova dell'esito negativo del test entro 48 ore prima della partenza.

Xuzhou ha chiesto la sospensione di attività pubbliche in presenza tra le più grandi, tra cui concerti, eventi sportivi e mostre. Ha inoltre richiesto a tutte le scuole di interrompere le lezioni offline tra venerdì e domenica e ha chiesto alle università di rafforzare la gestione delle richieste degli studenti di lasciare il campus.

Anche la città di Hangzhou, nella provincia orientale dello Zhejiang, ha rilevato due infezioni locali asintomatiche giovedì, secondo i dati dell'NHC.

A partire da giovedì, la Cina continentale aveva segnalato 98.583 casi confermati con sintomi, compresi quelli locali e quelli provenienti dall'estero. Il bilancio delle vittime totale è rimasto invariato a 4.636.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

#Covid-19
Cina
contagi
ingressi
PPN
Prima Pagina News
Shanghai
tagli
turisti

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU