Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
India, molti milioni di abitanti non saranno ancora vaccinati entro la fine dell’anno
Nonostante le abbondanti scorte di vaccini, decine di milioni di indiani non saranno ancora vaccinate entro la fine dell’anno a causa di un gap tra le dosi del vaccino più utilizzato e il tempo che intercorre con la somministrazione della seconda dose.
di Francesco Tortora
Sabato 23 Ottobre 2021
Roma - 23 ott 2021 (Prima Pagina News)
Nonostante le abbondanti scorte di vaccini, decine di milioni di indiani non saranno ancora vaccinate entro la fine dell’anno a causa di un gap tra le dosi del vaccino più utilizzato e il tempo che intercorre con la somministrazione della seconda dose.
È improbabile che decine di milioni di adulti indiani siano completamente vaccinati contro il COVID-19 entro la fine del 2021 nonostante le abbondanti scorte, a causa di un divario insolitamente ampio tra le dosi del vaccino più utilizzato e il crescente rilassamento man mano che i casi diminuiscono.

Il vaccino AstraZeneca prodotto localmente, noto come Covishield, ha un intervallo di 12-16 settimane tra le dosi, in contrasto con l'intervallo di 8-12 settimane raccomandato dall'Organizzazione mondiale della sanità.

Sulla base delle tendenze attuali, il divario di dosaggio di Covishield significa che più di 200 milioni di persone potranno beneficiare della loro seconda dose solo alla fine di gennaio, anche se tutti dovessero ricevere la prima dose primo colpo a partire da venerdì 22 ottobre.

Nel frattempo, le persone stanno diventando sempre più soddisfatte di essere vaccinate poiché le infezioni e i decessi sono diminuiti drasticamente nell'ultimo mese.

Il governo vuole vaccinare tutti i 944 milioni di adulti del Paese entro dicembre, ma circa 230 milioni di loro non hanno ancora ricevuto nemmeno una singola dose.

"È probabile che il traguardo possa essere mancato di diverse settimane", ha affermato Rajib Dasgupta, capo del Centro di medicina sociale e salute della comunità presso la Jawaharlal Nehru University di Nuova Delhi. "La riduzione dell'intervallo di dosaggio di Covishield è certamente una possibilità da considerare".

Anche se ieri il Ministero della Salute non ha risposto alle richieste di commento, lunedì ha detto alle agenzie che i suoi esperti di immunizzazione stanno "considerando attivamente la questione dell'intervallo di dose tra le dosi di Covishield".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

AstraZeneca
Covid-19
gap
India
non vaccinati
PPN
Prima Pagina News
vaccinazioni
vaccino

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU