Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Paolo Cirino Pomicino: “Al Quirinale si viene scelti e non ci si candida”
"Nella Prima Repubblica, se possibile, si raggiungeva l'intesa in tempi brevi".
(Prima Pagina News)
Mercoledì 05 Gennaio 2022
Roma - 05 gen 2022 (Prima Pagina News)
"Nella Prima Repubblica, se possibile, si raggiungeva l'intesa in tempi brevi".
In un’intervista al Tg2 l’ex ministro democristiano nei governi De Mita e Andreotti racconta il percorso dell’elezione del presidente della Repubblica.

“Durante la prima Repubblica la scelta avveniva nel modo più semplice. Il segretario del partito di maggioranza relativa, cioè della Dc, incominciava un rapporto molto riservato con tutti i segretari politici degli altri partiti. E si raggiungeva se possibile l’intesa in tempi brevi, diversamente si aveva una navigazione più tumultuosa”, ha detto.

“L’elezione più rapida fu quella di Cossiga perché fu gestita molto bene da De Mita che trovò subito l’accordo con il partito comunista. Quella di Leone la più lunga perché mancò l’intesa proprio all’interno della Democrazia Cristiana”.

“Qualunque soluzione non impattava sugli equilibri di governo. Oggi è l’esatto contrario. Ecco perché bisogna evitare di candidarsi. Ma si deve essere scelti”, ha concluso Pomicino.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

Paolo Cirino Pomicino
PPN
Prima Pagina News
Quirinale
Tg2

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU