Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Musica, autismo: debuttano Damiano e Margherita Tercon
Il 15 luglio è uscito “Ballo Pessimo”, il primo singolo dei fratelli riminesi Damiano e Margherita Tercon registrato con la collaborazione di Philipp Carboni.
(Prima Pagina News)
Lunedì 19 Luglio 2021
Roma - 19 lug 2021 (Prima Pagina News)
Il 15 luglio è uscito “Ballo Pessimo”, il primo singolo dei fratelli riminesi Damiano e Margherita Tercon registrato con la collaborazione di Philipp Carboni.
Dopo la ribalta televisiva (Italia’s Got Talent e Tu Si Que Vales), il grande successo sui social (135mila followers su TikTok) ed un libro per Mondadori (“Mia sorella mi rompe le balle”) per i “Terconauti” - all’anagrafe i fratelli riminesi Damiano e Margherita Tercon insieme al fumettista factotum Philipp Carboni - è arrivato il momento di debuttare nel mondo della musica con il loro primo singolo dal titolo “Ballo pessimo”.

Un sogno che si avvera in particolare per Damiano, ragazzo autistico (sindrome di Asperger) appassionato di musica col grande sogno di partecipare a Sanremo e, in questi ultimi anni, attore dei Terconauti in progetti web, teatrali e televisivi che, oltre a riscuotere il grande apprezzamento di pubblico e critica per la loro simpatia, diffondono - con l’arma tagliente dell’autoironia - messaggi preziosi contro le discriminazioni e a favore dell’inclusione sociale delle persone con disabilità.

“Quando ero piccolo - spiega Damiano - non avevo amici e facevo una grande fatica a socializzare. A scuola mi prendevano in giro, mi bullizzavano e, a volte, mi massacravano di botte. Dicevano che ero inferiore. In quei momenti io pensavo alla musica. Chiudevo gli occhi, mi immaginavo la melodia e mi rifugiavo nella mia isola felice”.

Il componimento è la versione dance più ballabile e commerciale del celebre ‘Mia sorella mi rompe le balle’, ovvero la canzone con cui il trio si è presentato nel febbraio del 2019 sul palco di Italia’s Got Talent. E anche il messaggio del brano ricalca geometricamente quello originario dello sketch televisivo, ovvero la storia di un ragazzo autistico che non ha bisogno delle petulanti ramanzine della sorella perché è in grado di badare a se stesso.

Del resto, il messaggio di Damiano è forte e chiaro: “Basta considerarmi solo una ‘persona autistica’ e sottolineare i miei limiti. Iniziate anche a considerare i miei pregi e le mie capacità e a giudicarmi per tutte le cose che sono in grado di fare”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

Margherita e Damiano Tercon
musica
PPN
Prima Pagina News

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU