Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Libri, “La scialletta rossa”. Una storia di donne, di forza e di evoluzione

"Voglio parlarvi di lei, che fu luce notturna e chiarore, che visse molte vite in un solo corpo, si perse, divenne potente e amata, e risorse, dopo tanto travaglio, davanti ai nostri occhi fissi nella sua bellezza".

(Prima Pagina News)
Giovedì 28 Aprile 2022
Roma - 28 apr 2022 (Prima Pagina News)

"Voglio parlarvi di lei, che fu luce notturna e chiarore, che visse molte vite in un solo corpo, si perse, divenne potente e amata, e risorse, dopo tanto travaglio, davanti ai nostri occhi fissi nella sua bellezza".

È così che Maria Francesca Mariano ci presenta la sua protagonista, prendendo la parola in veste di narratrice alla maniera omerica e prefigurandoci in poche righe. Stiamo parlando di “La scialletta rossa. Una donna di mafia” (Santelli Editrice), del giudice Maria Francesca Mariano.

Maria Francesca Mariano, nata a Galatina, si è laureata con lode in giurisprudenza presso l’Università ‘La Sapienza’ di Roma ed è diventata, a soli 24 anni, il magistrato più giovane d’Italia. Oggi è Giudice Penale a Lecce. È autrice di romanzi, raccolte di poesie e numerosi testi teatrali a tema giustizia e a tema sacro tra i quali “Falcone e Borsellino, storia di un dialogo” e “Il Giudice Rosario Livatino” rappresentati anche in numerose sedi istituzionali.

La scialletta rossa. Una donna di mafia” racconta la storia di una donna colta ed emancipata a capo di un clan mafioso. Attraverso un complesso percorso interiore, compie una scelta rivoluzionaria. L’incontro con una gatta semi cieca e con un viandante straniero mettono in crisi un sistema malavitoso formato da regole rigide, omertose e violente, proponendo un modello alternativo di chiara e semplice umanità, dove il valore della libertà splende come punto d’arrivo di redenzione personale.

I due eventi saranno il punto di partenza per uno stravolgimento radicale nella vita della protagonista: ma il cambiamento non è compatibile con la rigidità dell’organizzazione mafiosa. Per questo motivo, venirne fuori e cercare la propria libertà non saranno traguardi facili da raggiungere per Ramona, le cui vicissitudini legano il lettore alle pagine del libro, in una lotta per la sopravvivenza che tiene col fiato sospeso fino all’ultima pagina.

La scialletta rossa” è un’opera di narrativa di carattere sociale, che tocca temi purtroppo sempre attuali, che coinvolgono e riguardano moltissimi all’interno del nostro paese, e che si distingue innanzitutto per la verità che viene raccontata.

Un’opera che si propone non solo come cronaca di vita reale, ma anche come ispirazione per tutti coloro che si sentono immobili e bloccati in situazioni troppo grandi e complesse, che sentono di non avere via d’uscita: Ramona è la prova che una via d’uscita c’è, che cambiare non solo è possibile ma è anche doveroso. (Pino Nano)


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

La scialletta rossa
libro
mafia
Maria Francesca Mariano
PPN
Prima Pagina News

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU