Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
PROFILI PPN: RAI, Carlo Fuortes, nuovo Amministratore Delegato, famoso nocchiero dell’economia dello spettacolo.
L’Assemblea degli azionisti, alla presenza dell’intero azionariato (MEF e Siae), ha approvato giovedì 15 luglio, il Bilancio 2020 del Gruppo Rai che si è chiuso con un risultato netto consolidato in pareggio. Da oggi PPN va alla scoperta dei nuovi vertici Rai, con dei profili che danno il senso del loro valore professionale.
di Pino Nano
Sabato 31 Luglio 2021
Roma - 31 lug 2021 (Prima Pagina News)
L’Assemblea degli azionisti, alla presenza dell’intero azionariato (MEF e Siae), ha approvato giovedì 15 luglio, il Bilancio 2020 del Gruppo Rai che si è chiuso con un risultato netto consolidato in pareggio. Da oggi PPN va alla scoperta dei nuovi vertici Rai, con dei profili che danno il senso del loro valore professionale.

Nel corso della seduta del 15 luglio scorso è stato quindi nominato il nuovo Cda della RAI,  composto da Simona Agnes (indicata da Forza Italia ha ottenuto alla Camera 161 voti), Francesca Bria ( indicata dal PD,ho ottenuto alla Camera 162 voti), Igor De Biasio (al suo secondo mandato nel CDA, era stato proposto dalla Lega ed è stato sostenuto dal centrodestra, ha ottenuto in Senato 102 voti), Alessandro Di Majo (in quota Movimento Cinque Stelle, ha ottenuto in Senato 78 voti), Riccardo Laganà (al suo secondo mandato dopo un voto quasi plebiscitario dei dipendenti RAI), e infine Carlo Fuortes, e Marinella Soldi.

Il 16 luglio il Consiglio di Amministrazione così composto, presieduto da Carlo Fuortes in qualità di consigliere anziano, dopo l’assemblea degli azionisti, ha quindi nominato per la carica di Presidente, Marinella Soldi, mentre il nuovo Amministratore delegato,espressamente indicato dal Ministero dell’Econima e finanze, è invece Carlo Fuortes.

Ma chi sono i nuovi vertici RAI? Partiamo dall’Amministratiore Delegato Carlo Fuortes.

Protagonista di primissimo piano del mondo culturale italiano, e non solo. Carlo Fuortes, il nome scelto dal governo per il ruolo di amministratore delegato della Rai, è stato autorevolissimo sovrintendente della Fondazione Teatro dell'Opera di Roma dal 2013, confermato fino al 2025.

Manager ed economista, da più di vent'anni svolge studi e consulenze sui temi dell'economia della cultura, con riferimento alla gestione dei teatri, musei e dei beni culturali, allo spettacolo dal vivo, alla televisione e cinema per conto di imprese pubbliche e private, enti locali, musei statali e comunali, sovrintendenze, associazioni di settore e Istituzioni culturali.

Fuortes è laureato in Scienze Statistiche ed Economiche presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza", allievo di famosi economisti come Paolo Sylos Labini e Luigi Spaventa.

 Ha insegnato Sistemi organizzativi dello spettacolo dal vivo (corso di laurea in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo dell'Università Roma Tre).

 Dal 2011 al 2019 è Segretario Generale dell'Associazione per l'Economia della Cultura. Dal 2003 al 2015 è stato Amministratore delegato della Fondazione Musica per Roma, gestendo l'Auditorium Parco della Musica.

Dal 2012 al 2013 è stato Commissario Straordinario della Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari. È stato Direttore Generale del Palazzo delle Esposizioni e delle Scuderie del Quirinale di Roma dal 2002 al 2003.

È stato Consigliere d'amministrazione del Teatro di Roma dal 1998 al 2001, nonché Consigliere di Amministrazione della Fondazione Cinema per Roma dal 2007 al 2011. Nel luglio 2015 è stato insignito dell'onorificenza di Cavaliere della Legion d'Onore della Repubblica di Francia e, nel dicembre 2015, del "Franco Cuomo International Award" per la sezione Teatro.

 Nel marzo 2016 è nominato Consigliere di Amministrazione della Fondazione Università degli Studi Roma Tre Palladium. Nell'aprile 2016 viene nominato Commissario Straordinario della Fondazione Arena di Verona, incarico riconfermato nell'ottobre 2016 e concluso nell'ottobre 2017.

 Non uno qualunque insomma, alla guida della più grande azienda culturale del Paese, e certamente un personaggio di grande carisma internazionale e soprattutto di grande valore professionale.

Ma prima ancora della sua nomina, il suo nome girava tra le stanze ovattate di Palazzo Chigi come uno dei più “autorevoli”, su cui il premier Mario Draghi aveva deciso di puntare per via delle sue alte qualità manageriali e professionali.

Alla fine ha scelto Draghi e ha vinto la Rai.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

amministratore delegato
Carlo Fuortes
Pino Nano
PPN
Prima Pagina News
Rai

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU