Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Hong Kong: perquisizioni della Polizia all’Università a caccia di studenti oppositori
Le Forze di Sicurezza Nazionale hanno fatto irruzione negli edifici della migliore Università locale dopo che alcuni studenti avevano reso tributo ad un cittadino di Hong Kong che aveva accoltellato un poliziotto.
di Francesco Tortora
Sabato 17 Luglio 2021
Dal nostro corrispondente a Bangkok - 17 lug 2021 (Prima Pagina News)
Le Forze di Sicurezza Nazionale hanno fatto irruzione negli edifici della migliore Università locale dopo che alcuni studenti avevano reso tributo ad un cittadino di Hong Kong che aveva accoltellato un poliziotto.
La Polizia di Hong Kong ha fatto irruzione in una delle più prestigiose università locali a caccia di studenti che avevano reso tributo ad un abitante di Hong Kong il quale aveva accoltellato un poliziotto.

In verità, il sentimento anti-forze di Polizia a Hong Kong è salito alle stelle in una città-stato sempre più polarizzata dalle vaste e spesso violente proteste che si sono svolte a favore della Democrazia che hanno avuto luogo soprattutto nel 2019.

Il 1° luglio scorso un aggressore solitario ha accoltellato un agente di Polizia in un trafficato quartiere commerciale prima di togliersi la vita in quello che le Autorità di Hong Kong hanno definito “un atto di terrorismo interno”.

I funzionari hanno avvertito coloro che avessero in mente di partecipare alle esequie dell’aggressore, affermando che qualsiasi memoriale in tale direzione sarebbe stato equiparato ad un’azione volta “a sostenere la violenza, incitare all’odio e rendere esteticamente apprezzabili gli attacchi”.

Il Consiglio del Sindacato Studentesco dell’Università di Hong Kong, però, ha espresso “profonda tristezza” per la morte dell’uomo in una propria dichiarazione che ha spinto i funzionari a chiedere un’azione contro tale gruppo. Decine di agenti di Polizia con valigie e scatole sono arrivate all’Università nel pomeriggio di venerdì 16 luglio ed hanno perquisito gli edifici che ospitano il Sindacato Studentesco, la stazione televisiva del campus e gli uffici universitari.

Kong Chak-ho, Presidente della stazione televisiva del campus ha affermato ai media: “La Polizia sta indagando su un caso connesso con l’accusa di terrorismo ed ha perquisito il nostro studio”. Un portavoce della Hong Kong University HKU ha confermato che “La Polizia è entrata nel campus per indagare su un caso avendo in mano un mandato del tribunale” e che l’Università era quindi “obbligata ad agire in conformità”.

Lo scorso novembre, gli agenti hanno arrestato almeno 9 persone con l’accusa di minaccia alla sicurezza nazionale, dopo una manifestazione che si era tenuta nel campus con slogan che le Autorità di Hong Kong hanno ritenuto illegali.

La Cina ha imposto la Legge sulla Sicurezza ad Hong Kong lo scorso anno per spazzare via il dissenso in uno dei più grandi centri economico-finanziari del Mondo, successivamente alle violente e vaste manifestazioni di protesta a favore della Democrazia.

Più di 100 persone, tra cui molti dei più noti sostenitori della democrazia nella città, sono state arrestate finora secondo quella legge.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

Hong Kong
perquisizioni
Polizia
PPN
Prima Pagina News
studenti
università

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU