Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Il Galà del Mare, a Mazara del Vallo Premio alla Carriera al regista Giuseppe Sciacca, i “Grandi Eventi di Stato” alla RAI
Il Galà del Mare prevede l’assegnazione del Premio Nazionale “Peschereccio d’Oro” (13°edizione) e la 33^edizione del Contest nazionale “Miss Mare”. L’evento si svolgerà in Sicilia, a Mazara del Vallo, questa sera sabato 4 settembre alle ore 20.30, nella splendida cornice dell’hotel Mahara. Presenteranno Hoara Borselli e Piero Campisi. Un Premio speciale andrà al regista siciliano Giuseppe Sciacca.
di Pino Nano
Sabato 04 Settembre 2021
Roma - 04 set 2021 (Prima Pagina News)
Il Galà del Mare prevede l’assegnazione del Premio Nazionale “Peschereccio d’Oro” (13°edizione) e la 33^edizione del Contest nazionale “Miss Mare”. L’evento si svolgerà in Sicilia, a Mazara del Vallo, questa sera sabato 4 settembre alle ore 20.30, nella splendida cornice dell’hotel Mahara. Presenteranno Hoara Borselli e Piero Campisi. Un Premio speciale andrà al regista siciliano Giuseppe Sciacca.

Tra i premiati di quest’anno, sulla ribalta del “Galà del Mare”, messo in piedi da Natale e Piero Campisi (la Campisi Communication) , salirà uno dei personaggi storici della RAI, ormai lui lontano dalla TV di Stato ma dove ha trascorso e vissuto da protagonista ben 37 anni della sua vita, firmando i “Grandi Eventi Istituzionali” di mamma Rai.

Indimenticabili le sue dirette da Pratica di Mare per il Vertice Nato, presenti il presidente Usa George W.Bush, quello francese Jacques Chirac, il premier spagnolo Josè Maria Aznar e quello italiano Silvio Berlusconi, che hanno sottoscritto con la Federazione Russa, rappresentata anche allora da Vladimir Putin, la famosa “Dichiarazione di Roma”. Ma ancora, c’è sempre lui alla guida della diretta istituzionale di Rai Uno a L’Aquila nei giorni che vanno dall’8 al 10 luglio 2009 per il “35° vertice dei Grandi”, summet che ha riunito in Italia i Capi di Stato e di Governo dei Paesi del G8, oltre 30 delegazioni straniere presenti, per un totale di 40 partecipanti tra Paesi G8, Paesi G5, Paesi del MEF – Major Economies Forum, Paesi dell’Unione Africana, organizzazioni internazionali e altri Paesi invitati dalla Presidenza italiana. E c’è sempre lui accanto al Presidente degli Stati Uniti d'America Barack Obama in collegamento con gli studi di Via Teulada.

Tutta la sua casa romana oggi è piena di fotografie che lo ritraggono con il primo ministro del Canada Stephen Harper, con il presidente della Repubblica Francese Nicolas Sarkozy, con la cancelliera federale tedesca Angela Merkel, con il primo ministro del Giappone Tarō Asō, financo con il primo ministro del Regno Unito Gordon Brown, e poi ancora Lula, Gheddafi, Mubarak, Medvedev.

Grazie alla sua altissima professionalità, ma soprattutto grazie al suo carattere estroverso, avvolgente, e affascinante insieme, quasi un guascone della televisione, se non avesse fatto il regista Giuseppe Sciacca si sarebbe potuto arruolare tranquillamente nella Legione Straniera, o fare anche il mercante di diamanti in giro per il mondo, il successo sarebbe arrivato lo stesso e anche in quel caso travolgente.

Era così “omnicomprensivo” quando lavorava alla Rai che il giornalista Piero Vigorelli, indimenticabile conduttore e pioniere della “Cronaca in Diretta”, e poi alla guida del TG5 con Clemente Mimum lo chiamava semplicemente “Pruppo”. Che stava per “polipo”. Uomo dai mille tentacoli, e dai mille occhi sul mondo che lo circondava.

Parliamo del regista Giuseppe Sciacca, classe 1962, palermitano di razza, ma ormai cittadino del mondo.

Nella sua carriera, 37 anni solo di RAI, c’è tutto e il contrario di tutto. Ma naturalmente non solo RAI. Sciacca inizia giovanissimo nel 1984 a fare il cameraman e montatore in una TV privata di Palermo per trasmissioni regionali di intrattenimento condotte da Don Lurio e Memo Remigi. L’anno successivo il primo Corso di Regia Televisiva a Roma. Docenti: Nanni Loy, Virginia Onorato. Poi uno Stage che cambierà la sua vita, in un programma di Gianni Minà con la regia di Giuliano Nicastro.

Per lui arriva la RAI, le prime 24 puntate di “Un mondo nel pallone” su Rai1, a cui seguiranno le prime 4 puntate di “Sanremo in the World” di Adriano Aragozzini, e le primi 4 puntate di Il blues e il gospel nella Valle dei Templi”. Dal 1986 al 1988 ritrova Gianni Minà, ma per lui sono soprattutto sono gli anni dei documentari realizzati in Canada da Vancouver al Polo Nord, in Argentina da Buenos Aires al Polo Sud, in Egitto dal Cairo al Sudan, e andati in onda su Reti RAI, per conto di Fiat, Safariland e Agip.

Dal 90 al 92 cura l
a regia dei collegamenti e contributi esterni della prima edizione italiana del Telethon, con personaggi come Sting, Pozzetto, Francesco Salvi, e collabora all’organizzazione in studio con Gianni Minà; a Modena , la regia della manifestazione per la presentazione della Lamborghini in formula 1 – direttore sportivo Mario Vecchi con la partecipazione di Renato Pozzetto, Alba Parietti, Maria Pia Fanfani; per RAI1– Eurovisione – cura la Regia televisiva e teatrale dell’inaugurazione degli Europei di Basket, prodotto da Mario Vecchi, condotta da Milly Carlucci con la partecipazione di Claudio Baglioni, Ivana Spagna, Francesco Salvi, Mietta, Walter Chiari, Maria Pia Fanfani, Ursula Andress, Natasha Owey, con l’orchestra di Sal Genovese; e sempre per  RAI 1 , la Regia dell’inaugurazione del Parco di Mirabilandia, prodotto da M. Vecchi, con la conduzione di Daniele Piombi e Francesco Salvi con la partecipazione di Leo Gullotta, Barbara De Rossi, Michele Albereto, Natasha Owey; così anche la  Regia dei “Concerti in diretta di Claudio Baglioni”, Forum di Assago – Milano e Palaeur  a Roma trasmessi all’interno di “Domenica In” condotta da Pippo Baudo. Nel 1992 gli affidano la regia dei collegamenti esterni, condotti da Pietro Vigorelli, Piero Marrazzo e Gianfranco Agus, per i programmi “Detto tra noi” e “Cronaca in diretta”. L’anno successivo è la volta di “Italia in Diretta”, la regia di 180 puntate in diretta condotte da Alda D’Eusanio, esibizioni live con ospiti di musica leggera e sfilate di moda dei più grandi stilisti italiani.

Non si contano invece gli Speciali da lui guidati e che hanno portato nelle casse della RAI fior di milioni di pubblicità, ma in Rai tutti sapevano che Sciacca era la grande certezza del successo.

Citiamo soltanto alcune delle sue cose. “Serata Elezioni USA” – Prima serata condotta da Michele Cucuzza per la rielezione del Presidente Bill Clinton – in studio Marcello Veneziani, Renzo Arbore e collegamenti in diretta con i quartier generali dei candidati alla presidenza; “Premio Pio Manzù”, Eurovisione in diretta da Rimini condotto da Daniela Vergara con la partecipazione del Prof. Christian Barnard e della  Principessa Diana di Inghilterra; “Mio Capitano”, programma sulle Hit Parade musicali, Prodotto da M. Vecchi, condotto da Gloria Zanin. Tra gli ospiti: Gianna Nannini, Renzo Arbore con l’Orchestra Italiana, Biagio Antonacci, Paola Turci, Peppino Di Capri, I Dirotta su Cuba, Ron, Peppino Di Capri, Giorgia, Andrea Bocelli ed altri artisti internazionali; “Bianco e Nero”, condotto da Antonella Boralevi, con la partecipazione di Claudia Cardinale, Nancy Brilly, Sabrina Ferilli, Fabrizio Frizzi, Elio Fiorucci, Romina Power; “Recanati in Concerto” – Premio Giovani Cantautori – diretta in prima serata, condotto da Massimiliano Pani e Benedetta Mazzini con Riccardo Cocciante, Claudio Baglioni, Enzo Iannacci, I Quinto Rigo, Fausto Leali, Francesco Baccini, Fiorella Mannoia, Quintetto d’archi, Niccolò Fabi, Marco Masini, Litfiba; “Delitto dell’Università” – speciale di Prima Serata in diretta sul delitto di Marta Russo, condotto da Corrado Augias; “Domani è un altro giorno”, condotto da Alda D’Eusanio, in diretta settimanale per 3 anni consecutivi.

Indimenticabile il suo “Documenti”: da San Giovanni in Laterano erano gli incontri presieduti da Biagio Agnes ed il Cardinale Ruini. 4 puntate in seconda serata. E poi ancora, “Fodd For All” – Speciale per la FAO, condotto da Renzo Arbore, con la partecipazione di artisti internazionali in diretta e diffuso in mondovisione da Rai International; “Il Treno Telethon in diretta su RAI DUE in 8 stazioni ferroviarie italiane. Conduttrici: Anna Valle, Gloria Zanin e Denny Mendez. I Pooh in concerto; “Serata Pasolini”, diretta, prima serata condotta da Dacia Maraini; Speciale prima serata “Il Papa a Cuba” – condotto da Corrado Augias con la partecipazione del Cardinale di Palermo, ed in collegamento da Cuba Gianni Minà; “A Palermo sei anni dopo” – Serata in memoria di Falcone e Borsellino – Prima serata in diretta su Rai Due condotta da David Sassoli; “Telethon” – regia in diretta su Raidue dal Teatro Massimo di Palermo, condotto da Federica Panicucci, Nino D’Angelo, Andrea Roncato.

Giuseppe “U pruppo”, li ha incontrati tutti nel corso della sua vita i Vip dello spettacolo:
Ennio Morricone, Giuseppe Tornatore, Bernardo Bertolucci, Giuliano Montaldo, Gillo Pontecorvo, Damiano Damiani, Giorgio Capitani, Carlo Verdone, Barbara De Rossi, Elena Sofia Ricci, Nancy Brilli, Lina Wertmuller, Carlo Vanzina, Giuseppe Rotunno, Vincenzo Salemme, Anna Kanakis, Ricky Tognazzi, Simona Izzo, Edwin Fenech, Vittorio Storaro, Tinto Brass, Debora Caprifoglio,  Ferruccio Amendola “E mi perdonino quelli che ho dimenticato- sorride- ma qui per strada potrei anche dimenticare qualcuno”.

Ma il suo nome è famosissimo anche all’estero, soprattutto negli Stati Uniti, per via del suo programma mandato in onda sulle reti di Rai International dal titolo “Questa Italia”, trasmissione quotidiana, 180 puntate tematiche dedicate all’arte, al cinema, al teatro, alla musica e alla letteratura condotto da Cinzia Tani, Monica Leofredi, Gino La Monica e Barbara Cupisti, scritto da Sergio Malatesta, Marina Letta e Massimo Petrone. Ma vi dicevo prima, Non solo Rai. Ma è sua anche la regia di “USA DAY”, manifestazione a favore del popolo americano per commemorare le vittime dell’attentato alle Twin Towers dell’11 settembre 2001 condotto da Fabrizio Del Noce con la partecipazione del Presidente del Consiglio On. Silvio Berlusconi e di Andrea Bocelli, Alain Delon, Clarissa Burt, Sofia Loren, Alberto Sordi, Luciano Pavarotti, Rudolph Giuliani, Franco Zeffirelli ed una rappresentanza dei Vigili del Fuoco di New York.

Ma vi dicevo prima, “Non solo Rai”. Nella sua vita c’è anche la regia in diretta de “La Corrida”, sabato sera su Canale 5, era l’anno 2009, per 14 puntate, condotto in studio da Gerry Scotti. E ancora prima, da settembre 2008 sempre su Canale 5 e Rete4 è sua la regia in diretta di “Forum”, programma che va in onda tutti i giorni, condotto da Rita Dalla Chiesa.

Questa sera è questo il personaggio a cui la sua terra di origine, la Sicilia, e Mazara del Vallo in particolare, gli consegneranno l’aureola del “Premio alla carriera”, che nel suo caso è stata davvero unica e semplicemente esaltante.

 

 

 

 

 

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

Galà del Mare
Giuseppe Sciacca
Hoara Borselli
Mazara del Vallo
Piero Campisi
Pino Nano
PPN
Prima Pagina News
Rai

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU