Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Il Premier thailandese ai colleghi dell’Unione dei Paesi del Sud Est Asia: seguite il nostro esempio, riaprite
Il Primo Ministro thailandese chiede agli altri Paesi Membri dell’Asean di seguire la calendarizzazione e gli step intrapresi dalla Thailandia e riaprire così i Paesi del Sud Est Asia al turismo internazionale per rivitalizzare le stremate economie locali.
di Francesco Tortora
Mercoledì 27 Ottobre 2021
Roma - 27 ott 2021 (Prima Pagina News)
Il Primo Ministro thailandese chiede agli altri Paesi Membri dell’Asean di seguire la calendarizzazione e gli step intrapresi dalla Thailandia e riaprire così i Paesi del Sud Est Asia al turismo internazionale per rivitalizzare le stremate economie locali.
Il Primo Ministro Prayut Chan-o-cha ha esortato gli altri membri dell'Asean a seguire le orme della Thailandia e ad avviare la riapertura per rilanciare le economie nella regione e garantire l'attuazione tangibile della risposta del blocco al Covid-19.

Il generale Prayut ha affrontato la questione in teleconferenza durante il 38° e il 39° vertice Asean in corso, che si stanno svolgendo online e si sono aperti ieri sotto la presidenza del Brunei.

Il Myanmar ha rifiutato di inviare un rappresentante dopo essere stato irritato dalla decisione del blocco di escludere il capo della giunta del paese, il generale Min Aung Hlaing.

Il Gen. Prayut ha detto ai leader dell'Asean che la crisi di Covid-19 sottolinea la vulnerabilità della regione nel far fronte alle minacce emergenti. Ha affermato che il blocco deve lavorare per affrontare l'impatto della pandemia, imparando anche lezioni da esso in modo da essere più resiliente in futuro.

"L'Asean dovrebbe iniziare a riaprire e consentire viaggi sicuri per rilanciare le sue economie", ha affermato, aggiungendo che l'Asean Travel Corridor Arrangement Framework dovrebbe essere messo in pratica, con il riconoscimento reciproco dei vaccini e dei certificati di vaccino per facilitare i viaggi d'affari e in seguito il turismo.

"In questo contesto, la Thailandia ha già aperto aree pilota nell'ambito del programma Phuket Sandbox per accogliere i turisti stranieri e gradualmente aprirà più aree", ha affermato.

"Inoltre, l'Asean deve evitare misure non necessarie che potrebbero ostacolare la circolazione delle merci per garantire la connettività della catena di approvvigionamento durante la pandemia e utilizzare maggiormente il mercato intra-Asean per stimolare la nostra economia regionale", ha aggiunto.

Il generale Prayut ha affermato di sperare che il Partenariato Economico Globale Regionale (RCEP) possa entrare in vigore nei tempi previsti e che i negoziati per l'Accordo di Libero Scambio (ALS) ASEAN-Canada possano essere annunciati presto. Ciò contribuirebbe a promuovere un ambiente favorevole al commercio e agli investimenti e ad espandere le opportunità commerciali per aiutare gli imprenditori a riprendersi dalla pandemia, ha osservato.

"La Thailandia prevede di presentare lo strumento di ratifica per la RCEP al segretario generale dell'Asean all'inizio di novembre per contribuire alla sua rapida entrata in vigore", ha affermato il generale Prayut.

Il RCEP è una proposta di accordo tra i membri dell'Asean ei loro partner FTA. Il patto mira a coprire il commercio di beni e servizi, la proprietà intellettuale e altro ancora. Il primo ministro thailandese si è complimentato per i progressi compiuti nell'utilizzo del Covid-19 Asean Response Fund per procurarsi i vaccini e spera che gli Stati membri li ricevano presto.

Il Myanmar è in cima all'agenda dei colloqui di martedì tra i leader regionali, con il Paese ancora nel caos dopo la presa di potere militare di febbraio e la sua micidiale repressione del dissenso. Di fronte alle chiamate per disinnescare la crisi, l'Asean ha elaborato una tabella di marcia volta a ripristinare la pace, ma ci sono stati dubbi sull'impegno della giunta per il piano.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

Asean
PPN
Prayut Chan-o-cha
Prima Pagina News
riaperture
Thailandia

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU