Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
PROFILI PPN: Marinella Soldi, nuovo Presidente della RAI, donna manager di spessore internazionale
L’Assemblea degli azionisti, alla presenza dell’intero azionariato (MEF e Siae), ha approvato giovedì 15 luglio, il Bilancio 2020 del Gruppo Rai che si è chiuso con un risultato netto consolidato in pareggio. Da oggi PPN va alla scoperta dei nuovi vertici Rai con dei profili che danno il senso del loro valore professionale.
di Pino Nano
Sabato 31 Luglio 2021
Roma - 31 lug 2021 (Prima Pagina News)
L’Assemblea degli azionisti, alla presenza dell’intero azionariato (MEF e Siae), ha approvato giovedì 15 luglio, il Bilancio 2020 del Gruppo Rai che si è chiuso con un risultato netto consolidato in pareggio. Da oggi PPN va alla scoperta dei nuovi vertici Rai con dei profili che danno il senso del loro valore professionale.

Nel corso della seduta del 15 luglio scorso è stato quindi nominato il nuovo Cda della RAI,  composto da Simona Agnes (indicata da Forza Italia ha ottenuto alla Camera 161 voti), Francesca Bria ( indicata dal PD,ho ottenuto alla Camera 162 voti), Igor De Biasio (al suo secondo mandato nel CDA, era stato proposto dalla Lega ed è stato sostenuto dal centrodestra, ha ottenuto in Senato 102 voti), Alessandro Di Majo (in quota Movimento Cinque Stelle, ha ottenuto in Senato 78 voti), Riccardo Laganà (al suo secondo mandato dopo un voto quasi plebiscitario dei dipendenti RAI), e infine Carlo Fuortes, e Marinella Soldi. Il 16 luglio il Consiglio di Amministrazione così composto, presieduto da Carlo Fuortes in qualità di consigliere anziano, dopo l’assemblea degli azionisti, ha quindi nominato per la carica di Presidente, Marinella Soldi, mentre il nuovo Amministratore delegato,espressamente indicato dal Ministero dell’Econima e finanze, è invece Carlo Fuortes.

Ma chi sono i nuovi vertici RAI? Vediamo chi è la  nuova Presidente, Marinella Soldi.

“Lasciatevi ispirare” e “imparate a porvi domande e a prendervi delle pause”. Potrebbe essere questo il suo vero manifesto pubblico. Nata nel 1966 a Figline Valdarno (Firenze), proprio il giorno dell'alluvione, il 4 novembre, Marinella Soldi cresce e studia a Londra, dove la sua famiglia si trasferisce in cerca di lavoro quando lei ha ancora otto anni. “Ero una grande secchiona” –racconta lei stessa a young women network , su “Breakfast with”- e a 18 anni, al momento dell’iscrizione all’università, Marinella si ritrova di fronte alla sua prima sfida: la mancata accettazione a Cambridge, un evento non programmato a cui non era pronta, soprattutto dal punto di vista umano, che la porta a chiedersi chi sia davvero Marinella e che cosa voglia dalla sua vita. Questo primo fallimento la spinge a decidere di prendersi un anno sabbatico o meglio “un anno arricchente” – così come lei lo definisce – in cui sceglie di tornare alle sue origini, a Firenze, vivendo dalla zia, dove studia storia dell’arte, alla ricerca della sua cultura e terra natia, e lavora come baby sitter e cameriera.In Italia, durante questo periodo di pausa Marinella si rende conto che i suoi progetti futuri non possono non riportarla in Inghilterra,torna così a Londra, si iscrivere alla London School of Economics e terminati brillanemente gli studi inizia a lavorare da McKinsey & Company, trovando anche il tempo e il modo per un’esperienza di volontariato in Africa dove si trasferisce per capire meglio e  prima linea la vera situazione del paese, e soprattuto per progettare come favorire le pratiche necessarie per lo sviluppo economico armonioso della sua gente.

Questo insieme di esperienze- confessa poi candidamente-  le insegnano l’importanza dell’autenticità delle cose e della vita e “che il cuore deve sempre essere messo al centro delle scelte di ognuno di noi”.

In un libro scritto da Chiara Burberi e Luisa Pronzato, “ Le ragazze con il pallino per la matematica”-edito da Libromania- Marinella Soldi racconta così questa stagione così imporrante della sua vita: “Ho studiato in Inghilterra. Ho scelto un percorso di studi che includesse materie umanistiche, ma anche matematica ed economia, per avere una preparazione più completa.

 Mi interessava Geografia umana, la branca della geografia che include aspetti culturali, economici, sociali e politici. Ho scelto la London School of Economics perché è un’università fra le migliori al mondo, con un respiro e un ambiente molto internazionale.

Inoltre, prevedeva una varietà di corsi in scienze sociali e offriva numerose specializzazioni di laurea. E si distingueva per il profilo elevatissimo dei docenti. Dopo aver ottenuto il BSc in Economia ho iniziato la carriera professionale in McKinsey, lavorando come consulente strategico per tre anni a Londra e in Italia.

Alla fine di questa esperienza, mi sono iscritta all’MBA di INSEAD, con le stesse motivazioni per cui avevo scelto la London School of Economics anni prima. Gli studi che ho seguito mi hanno dato un approccio equilibrato alle scelte che ho dovuto fare. La logica è una skill meravigliosa”.

Carriera da prima della classe, dall’inizio alla fine, orgoglio e vanto della sua famiglia che a Londra era stata costretta ad emigrare per fame, una Londra che oggi conosce e ammira Marinella Soldi come una delle manager dell’indutria culturale e televisiva internazionale più emergenti d’Europa. Merito dei suoi maestri che lei ricorda ancora con immensa ammirazione: “Se avessi incontrato Nelson Mandela e David Bowie, quante idee avrei portato a casa.

 Ma ho avuto comunque ottimi maestri e maestre. Una di queste Marjorie Scardino, ex Managing Director del gruppo Pearson editore del Financial Times e dell’Economist. L’ho conosciuta mentre ero all’INSEAD. Sveglia, profonda. Una texana 117 Chiara Burberi e Luisa Pronzato doc eppure così femminile. Ho pensato: se una così ce l’ha fatta rimanendo se stessa, tutto è possibile.

Un’altra persona importante per me è stato Jean Dreze, professore di Sviluppo economico della London School of Economics, che una volta mi ha detto di non sacrificare mai quello che mi diceva il cuore nelle decisioni professionali”.

-Ma come si arriva al successo?

“In azienda -sottolinea la neo Presidente della RAI nel libro di Burberi e Pronzato .-preferisco parlare di merito, non di quote di genere.

La chiave per scardinare gli stereotipi è nella meritocrazia, si tratta di valorizzare i ruoli e quello che le persone sanno fare.

 Alcune aziende lo fanno.La realizzazione personale evolve e si ridefinisce nel tempo, quindi non si dovrebbe trascurare mai il “qui e ora”. Si tratta quindi di essere pronte a cogliere, e a creare, tutte le opportunità per la propria realizzazione e per costruire il proprio futuro.

 Essere umili, curiose e consapevoli che dai piccoli passi nascono spesso grandi progetti.Essere in grado di creare cambiamenti positivi. Essere fiera di come impiego il mio tempo”.

All’età di 30 anni , si sposa e arrivano due bambini, e la mancanza di quella che lei chiama “una policy per la maternità a Mtv”, ma anche una nuova opportunità professionale per il marito la riportano in Italia dove intraprende un percorso di coaching, e fonda la Soldi Coaching/Glitz lavorando con gruppi internazionali tra Treviso e Torino, società di leadership coaching con clienti in tutto il mondo, svolgendo per nove anni il ruolo di leadership coach, nei settori della tecnologia e dei media.Ma la nuova Presidente della RAI Marinella Soldi -indicata lo ricordiamo per questo ruolo personalmente dal Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi, che ne conosceva doti e carriera prestigiosissima- è anche presidente della Fondazione Vodafone Italia e consigliere indipendente di Nexi, Italmobiliare, e Ariston Thermo.

Una carriera brillantissima, sempre e comunque. Marinella Soldi è stata CEO di Discovery Network Southern Europe (per i Paesi Italia, Spagna, Portogallo e Francia) per 10 anni fino ad ottobre 2018, e ha ricoperto ruoli di senior management per cinque anni presso MTV Networks Europe, SVP Strategic Development a Londra e GM, e per MTV Italia a Milano.

C’è una battuta che circola in queste ore al settimo piano di Viale Mazzini, e che la racconta come la donna manager che “ha strappato Maurizio Crozza a La7 per farne la bandiera della Nove e che ha portato in otto anni Discovery dallo 0,4% al 7% di share, trasformando nel terzo polo TV nazionale”. Alla RAI ora Marinella Soldi trasferirà  tutta la sua esperienza internazionale, ma soprattutto tutta la sua passione per il mondo del lavoro in generale, e la fierezza del suo passato di manager illumintata e affermatissima nel mondo.Per la storia aziendale potrebbe essere davvero la grande svolta.

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

Marinella Soldi
PPN
Presidente Rai
Prima Pagina News
Rai

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU