Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
ENERGIA / Gas dall'Algeria e tensioni nel Sahara nordoccidentale
Prof. Francesco Tamburini (Uni Pisa): "Non è noto al grande pubblico che l’Algeria farà manovre militari nel Mediterraneo proprio con la Russia".
(Prima Pagina News)
Giovedì 14 Aprile 2022
Roma - 14 apr 2022 (Prima Pagina News)
Prof. Francesco Tamburini (Uni Pisa): "Non è noto al grande pubblico che l’Algeria farà manovre militari nel Mediterraneo proprio con la Russia".

 L'Italia si rivolgerà all'Algeria per le forniture di gas, ma quanto il nostro Paese è informato sulla reale situazione in Nord Africa e nel Sahara Occidentale? I media spagnoli e quelli algerini hanno parlato di "schiaffo dell'Italia a Madrid"  e il magazine MOW (mowmag.com) ha intervistato il prof. Francesco Tamburini, docente di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Pisa, esperto in storia e diritto dei paesi islamici, storia del Medio Oriente e relazioni internazionali: "Non è noto al grande pubblico che l’Algeria farà manovre militari nel Mediterraneo proprio con la Russia, per cui da questo punto di vista non è così affidabile."

Nell’intervista concessa al magazine lifestyle di AM Network emerge che non esistono grandi differenze fra Algeria e Russia: da anni lo Stato del Maghreb si rifornisce di armi russe e ha rapporti più che consolidati con Mosca.

E le tensioni militari irrisolte con paesi vicini e nel sahara nordoccidentale assomigliano in parte alle premesse nell'Est Europa che hanno generato l'attuale guerra in Ucraina, come illustra il professor Tamburini sulle pagine digitali di mowmag: "solo contro il Marocco, con il quale i rapporti sono rotti dal ‘94. Così come per il mare territoriale, visto che ha esteso unilateralmente i i propri limiti. Ma tensioni ulteriori per ora non ce ne sono."


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

Algeria
energia
Gas
PPN
Prima Pagina News
Prof. Francesco Tamburini (Uni Pisa)

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU