Cassazione: "No attenuanti a chi uccide per pietà"

La Corte di Cassazione rimane del parere, espresso altre volte volte, che non meriti le attenuanti per avere agito con "particolare valore morale", un imputato che ha ucciso una persona "in gravi condizioni di irreversibile sofferenza".

(Prima Pagina News)
Mercoledì 07 Novembre 2018
Roma - 07 nov 2018 (Prima Pagina News)

La Corte di Cassazione rimane del parere, espresso altre volte volte, che non meriti le attenuanti per avere agito con "particolare valore morale", un imputato che ha ucciso una persona "in gravi condizioni di irreversibile sofferenza".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News
Corte Cassazione
eutanasia
PPN
Prima Pagina News

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU