Milan, è il Maldini day. Presentato l'ex capitano in conferenza

Ieri l'ufficialità del ritorno in rossonero, oggi la presentazione di fronte a fotografi e giornalisti. Più di 9 anni dopo aver svestito per l'ultima volta la maglia del Milan, Paolo Maldini torna nella squadra che lo ha reso uno dei difensori più forti di tutti i tempi

di Alessandro Creta
Lunedì 06 Agosto 2018
Milano - 06 ago 2018 (Prima Pagina News)

Ieri l'ufficialità del ritorno in rossonero, oggi la presentazione di fronte a fotografi e giornalisti. Più di 9 anni dopo aver svestito per l'ultima volta la maglia del Milan, Paolo Maldini torna nella squadra che lo ha reso uno dei difensori più forti di tutti i tempi

Ieri l'ufficialità del ritorno in rossonero, oggi la presentazione di fronte a fotografi e giornalisti. Più di 9 anni dopo aver svestito per l'ultima volta la maglia del Milan, Paolo Maldini torna nella squadra che lo ha reso uno dei difensori più forti di tutti i tempi. L'ex numero 3 del Diavolo entra in società a quasi un decennio dall'addio al calcio, periodo nel quale il suo nome è stato più volte accostato alla società rossonera, senza esito positivo. 

Ora però Paolo Maldini è di nuovo nel Milan, e sarà il direttore dello sviluppo strategico dell'area sportiva. Nel Maldini-day l'ex capitano spiega le ragioni che lo hanno portato solamente ora a diventare parte integrante del progetto Milan: "Non ho mai detto di no senza prima parlare. Con Barbara Berlusconi avevamo intavolato un discorso non andato a buon fine, un anno e mezzo fa avevo parlato con la proprietà cinese, ma non siamo neanche riusciti a definire il ruolo, e ho preso la decisione di non collaborare con loro. Ora la situazione è diversa: Leonardo mi ha chiamato, mi ha esposto il progetto, ho parlato con i proprietari, che mi hanno esposto il progetto e io a questo progetto credo."

Il ruolo di Leonardo poi è stato decisivo per il buon esito della trattativa: "La sua presenza è stata fondamentale. Con lui sono amico, condivideremo questa esperienza, siamo diversi ma amici e quindi ci completeremo. Mi ha chiamato 20 giorni fa, non abbiamo avuto tanto tempo, ho incontrato la proprietà a New York e le cose sono state fatte in modo molto rapido." Maldini poi chiarisce quelli che saranno i suoi compiti, specificando come agirà a stretto contatto con lo stesso Leonardo: "Mi occuperò di prima squadra, di settore giovanile e rapporti con l'allenatore. Tutto quello che fa Leo farò io. Faremo le parti, uno del buono e l'altro del cattivo, divideremo l'area sportiva: gli ambiti d'intervento saranno uguali. Sono una persona responsabile e sento il peso della responsabilità di questo ruolo. Ma c'è la bellezza di tornare nell'ambiente che mi ha fatto crescere."


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

AC Milan
maldini
PPN
Prima Pagina News

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU