Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Cloudcomputing: l'Agcm avvia indagini su Google, Apple e Dropbox

Per presunta scorrettezza nelle pratiche commerciali e per clausole vessatorie all'interno dei contratti

(Prima Pagina News)
Lunedì 07 Settembre 2020
Roma - 07 set 2020 (Prima Pagina News)

Per presunta scorrettezza nelle pratiche commerciali e per clausole vessatorie all'interno dei contratti

Sono stati aperti dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, sei fascicoli d'indagine relativi al settore del cloudcomputing, a carico di Apple e Google, per i servizi iCloud e Drive, e di Dropbox, per l'ipotesi di pratiche commerciali non corrette o trasgressione delle norme della Direttiva sui diritti dei consumatori e, in un caso, per la possibile presenza di clausole oppressive nelle condizioni generali di contratto.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

AGCM
Apple
clausole vessatorie in condizioni generali di contratto
Dropbox
Google
Google Drive
iCloud
indagini
PPN
pratiche commerciali scorrette
Prima Pagina News
violazione Direttiva diritti consumatori

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU