Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Cultura, Pordenonelegge 2021: attesa per lo scrittore Aramburu
Evento in programma tra il 15 e il 19 settembre. 
(Prima Pagina News)
Lunedì 06 Settembre 2021
Roma - 06 set 2021 (Prima Pagina News)
Evento in programma tra il 15 e il 19 settembre. 
È senz’altro uno dei più attesi protagonisti di pordenonelegge 2021, in programma dal 15 al 19 settembre, lo scrittore spagnolo Fernando Aramburu, cui va la 14^ edizione del Premio Crédit Agricole FriulAdria La storia in un romanzo, riconoscimento nato dalla collaborazione fra la Fondazione Pordenonelegge e il Premio giornalistico internazionale Marco Luchetta, su impulso di Crédit Agricole FriulAdria.

Il riconoscimento sottolinea nelle motivazioni «la magistrale capacità dell’autore di raccontare, grazie a un’alta concezione della letteratura, le ferite ancora aperte di una società segnata da contrapposizioni violente e terroristiche.

Aramburu cerca sempre di sviscerare la complessità dell'essere umano, in tutto ciò che lo contraddistingue e lo costituisce, dalle ragioni dell’odio e della morte, a quelle della vita capace di pace e di perdono». Fernando Aramburu riceverà il Premio Crédit Agricole FriulAdria La storia in un romanzo venerdì 17 settembre (ore 18, Pordenone - Teatro Verdi). Seguirà l’incontro dell’autore con il pubblico del festival, in dialogo con lo scrittore Alberto Garlini, curatore di pordenonelegge: un appuntamento incentrato sui legami fra il romanzo e la storia. Alle 15 l’autore terrà un incontro con la stampa accreditata.

È da poco uscito in Spagna il suo nuovo romanzo, «Los vencejos», che sarà pubblicato in italia il 18 ottobre dall’editore Guanda con il titolo «I rondoni».«Al romanziere – ha osservato Fernando Aramburu - compete il compito di affrontare nelle sue opere l’esperienza individuale della specie umana. La sua materia prima non sono i dati verificabili né le testimonianze di valore storiografico, per quanto possa e forse debba servirsene, bensì la condizione umana. Più che farsi la domanda: cosa è successo e perché?, il romanziere deve chiedersi: come si è vissuto in un determinato spazio e in un determinato tempo?

Perciò seleziona una compagnia di personaggi e mostra, attraverso la riflessione, le azioni e i dialoghi, come si ripercuote la storia collettiva su ciascuno di essi. Balzac lo disse con definitiva semplicità: “Il romanzo è la storia privata delle nazioni”». Fernando Aramburu, nato a San Sebastián nel 1959, ha studiato Filologia ispanica all’Università di Saragozza e negli anni Novanta si è trasferito in Germania per insegnare spagnolo. Dal 2009 ha abbandonato la docenza per dedicarsi alla scrittura e alle collaborazioni giornalistiche.

Patria, grande successo di critica e di pubblico in Spagna, è stato pubblicato nel 2017 da Guanda e ha avuto anche in Italia una straordinaria accoglienza, vincendo il Premio Strega Europeo e il Premio Letterario Internazionale Giuseppe Tomasi di Lampedusa; nel 2020 Guanda ha pubblicato una graphic novel ispirato al romanzo. Sempre per Guanda sono usciti Anni lenti (2018), Dopo le fiamme (2019), Mariluz e le sue strane avventure (2019) e Il rumore di quest’epoca (2021).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

Fernando Aramburu
Pordenonelegge 2021
PPN
Prima Pagina News

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU