Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Transizione ecologica e digitale. Il Nuovo Umanesimo della Wolf
La neuroscenziata cognitivista sarà ospite all'incontro "Un secolo di futuro: l’Università tra le generazioni", all'Università Cattolica di Milano.
(Prima Pagina News)
Venerdì 22 Ottobre 2021
Milano - 22 ott 2021 (Prima Pagina News)
La neuroscenziata cognitivista sarà ospite all'incontro "Un secolo di futuro: l’Università tra le generazioni", all'Università Cattolica di Milano.
Dal nuovo paradigma della transizione ecologica e dell’inclusione sociale alla trasformazione della conoscenza nell’era digitale. “Un secolo di futuro: l’Università tra le generazioni” è il ciclo di incontri promosso dall’Università Cattolica del Sacro Cuore in occasione dei cento anni dalla fondazione.

Lunedì 25 ottobre alle ore 17.00 Maryanne Wolf, una delle più note neuroscienziate cognitiviste, dopo l’introduzione del giornalista Alessandro Zaccuri, parlerà di “Information, Knowledge, Wisdom. Their Transmission and Transformation in the Digital Age”.

La lecture, tradotta in simultanea, affronta appunto il tema dell’informazione e della trasmissione del sapere nella società digitale. La Wolf è infatti una studiosa della lettura, docente della University of California di Los Angeles (UCLA), e autrice di "Proust e il calamaro. Storia e scienza del cervello che legge" e del rivoluzionario studio sugli effetti del digitale sulla nostra mente "Lettore, vieni a casa. Il cervello che legge in un mondo digitale" (entrambi pubblicati da Vita e Pensiero).

L’incontro si inserisce nel ciclo di conferenze "Un secolo di futuro. L’università tra le generazioni", ideato dall’ateneo per sottolineare la necessità di “scrivere insieme le parole del futuro” confrontandosi con esperti internazionali di diverse discipline, come Luciano Floridi, Jeffrey Sachs, Michael Sandel, José Tolentino Mendonça, Pierangelo Sequeri.

Si tratta di promuovere e avviare una riflessione sul cambio d’epoca in corso, cui con insistenza ci richiama Papa Francesco, alla luce non soltanto delle nuove scoperte scientifiche e tecnologiche, ma anche delle contraddizioni e delle attese nel campo dell’eguaglianza, della giustizia, dell’ambiente e di un’economia a misura della persona. E si tratta anche di guidare e anticipare le trasformazioni che attendono la società di domani, portando testimonianze e edificando progetti che siano radicati in una visione umanistica e cristiana dell’esistenza e delle relazioni.

All’interno di questo discorso, è fondamentale capire come sta cambiando dal punto di vista della neuroscienza la costruzione della conoscenza individuale e come il sapere possa essere trasmesso tra le generazioni.

Come scrive Maryanne Wolf: "Dobbiamo impegnarci a proteggere e preservare gli usi fecondi, espansivi e non appiattiti del linguaggio. Quando è alimentato, il linguaggio umano fornisce il veicolo più perfetto per la creazione di pensieri senza limiti e mai immaginati prima, il che a sua volta fornisce le basi per l’avanzamento dell’intelligenza collettiva. Ma è vero anche il contrario, con implicazioni insidiose per ciascuno di noi".

E ancora: "Ciò che mi preme capire come scienziata è se noi lettori esperti, dopo molte ore (e vari anni) di lettura quotidiana su uno schermo digitale, stiamo sottilmente modificando l’attenzione attribuita ai processi chiave della lettura di testi più lunghi, che esigono maggiore concentrazione. La qualità della nostra attenzione durante la lettura cambierà inesorabilmente via via che procediamo da una cultura basata sul testo stampato a una cultura digitale?".

Un interrogativo che diventa più cogente per i nativi digitali, perché "più leggiamo su schermi digitali, più i nostri circuiti cerebrali rifletteranno le caratteristiche di quei particolari mezzi" e questo dato mette in discussione il nostro mondo off-line, la capacità di sondare la profondità del pensiero evitando lo skimming perpetuo sulla superficie, estesissima, del sapere digitale.

L’incontro sarà aperto dall’intervento del Rettore dell’Università Cattolica Franco Anelli.

Gli incontri, in lingua inglese e con traduzione simultanea, si terranno nell’Aula Magna dell’Università Cattolica (Milano, largo Gemelli 1) e saranno trasmessi in diretta streaming sui canali social @Unicatt.

Info e iscrizione all’evento: https://www.unicatt.it/eventi/evt-information-knowledge-wisdom-teaching-in-the-digital-society.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

Maryanne Wolf
PPN
Prima Pagina News
Un secolo di futuro
Università Cattolica del Sacro Cuore

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU