Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Frana Ischia, procura Napoli apre indagine
Il Prefetto, Claudio Palomba: 'Al momento, 30 abitazioni sono in zona rossa'. Polemiche per la presunta Pec con cui l'ex Sindaco dell'Isola, Giuseppe Conte, avrebbe lanciato l'allarme.
(Prima Pagina News)
Lunedì 28 Novembre 2022
Napoli - 28 nov 2022 (Prima Pagina News)
Il Prefetto, Claudio Palomba: 'Al momento, 30 abitazioni sono in zona rossa'. Polemiche per la presunta Pec con cui l'ex Sindaco dell'Isola, Giuseppe Conte, avrebbe lanciato l'allarme.
La Procura di Napoli ha aperto un'indagine in merito alla tragica frana che all'alba di sabato ha travolto Casamicciola, sull'Isola di Ischia, in cui sono morte 8 persone.

L'ultimo cadavere, trovato stamani, appartiene al 15enne Michele Monti, fratello di Francesco e Maria Teresa, deceduti anche loro, mentre i genitori, Gianluca Monti e Valentina Castagna, sono ancora dispersi.

L'ipotesi d'accusa, al momento, è quella di disastro colposo. L'indagine verterà anche sull'abusivismo e sulle demolizioni non avvenute.

Monta la polemica, intanto, su una Pec in cui l'ex Sindaco dell'Isola, Giuseppe Conte, avrebbe lanciato l'allarme sulla possibilità che il terreno franasse. "Dopo l'allerta meteo arancione, avevo segnalato il pericolo per la popolazione e chiesto l'evacuazione.Avevo scritto al Prefetto di Napoli, al sindaco Manfredi, alla Protezione civile e al commissario prefettizio", ma l'allarme, ha detto Conte, non è stato ascoltato da nessuno.

La polemica segue quella relativa a quanto detto stamani dal Ministro dell'Ambiente, Gilberto Pichetto Fratin, secondo cui 'basterebbe mettere in galera il Sindaco e chi lascia correre' sull'abusivismo.

"Dopo l'allerta meteo arancione, avevo segnalato il pericolo per la popolazione e chiesto l'evacuazione.Avevo scritto al Prefetto di Napoli, al sindaco Manfredi, alla Protezione civile e al commissario prefettizio". Così, parlando con i giornalisti, il Prefetto di Napoli, Claudio Palomba. Si continua anche a “spalare per consentire una migliore viabilità, al momento in condizioni accettabili”, riafferma il prefetto. “La perimetrazione della zona rossa è collegata al numero di abitazioni che risultano coinvolte. Al momento sono 30 abitazioni”, continua, per poi ripetere che si stanno velocizzando le operazioni per capire se la zona rossa sia da estendere ad altre case.

Stamani, il Comune di Casamicciola e la Città Metropolitana di Napoli hanno iniziato alcune verifiche negli istituti scolastici che, per ordine del Sindaco, resteranno chiusi fino a domani. Il Prefetto, Claudio Palomba, ha precisato che l'intento è quello di far rientrare gli studenti a scuola il prima possibile, come vuole anche l'Ufficio Scolastico della Regione Campania.

Al momento, ci sono 230 sfollati, di cui 200 sistemati negli alberghi e 30 ospitati da parenti o amici. Quattro persone sono disperse, 5 quelle rimaste ferite. “Il Capo della protezione civile sta ipotizzando, al di là dei sussidi per il pagamento degli alberghi alle famiglie, di trovare soluzioni alternative. Trovare allocazioni diverse, delle vere e proprie abitazioni, potrebbe alleviare la situazione di queste persone”, ha evidenziato Palomba.

La frana che si è abbattuta su Ischia era una “sorta di onda che ha investito le case” poste su un “piano strutturale” dove avrebbe dovuto esserci “un rallentamento dei flussi e il deposito. Se fosse stato un evento con minore magnitudo, cioè meno intenso come quantità di materiale preso incarico, probabilmente si sarebbe fermato a monte”. Così, sui social, l’Associazione Ingengeri Ischia, che, insieme con la geologa Filomena Miragliuolo e gli ingegneri Nando Aloi e Michele Di Costanzo sta divulgando alcune considerazioni preliminari su quanto accaduto sabato mattina.

“La colata originariamente incanalata, seguendo le linee di massima pendenza ha praticamente travolto le case ubicate allo sbocco dello stesso. Dallo studio della carta geologica - proseguono - si evince che la zona delle case interessate è un piano strutturale. La variazione del gradiente topografico, determina un rallentamento dei flussi e il deposito. Probabilmente, in questo caso, si è trattato di più di una colata incanalatisi nel versante che a un certo punto ha tracimato creando una sorta di onda che ha investito le case”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

frana
indagini
Ischia
PPN
Prima Pagina News

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU