Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Federconsumatori: "Norwegian Air vicina al fallimento, i passeggeri per i rimborsi scrivano al commissario straordinario".
Hanno tempo fino al 24 febbraio. L'associazione dei consumatori a disposizione per informazioni o assistenza.
(Prima Pagina News)
Venerdì 19 Febbraio 2021
Roma - 19 feb 2021 (Prima Pagina News)
Hanno tempo fino al 24 febbraio. L'associazione dei consumatori a disposizione per informazioni o assistenza.
Norwegian Air sempre più vicina al fallimento: la compagnia aerea low-cost, la cui attività è stata messa in dura crisi a causa della pandemia è stata posta in amministrazione straordinaria. Il 7 dicembre 2020 è stato nominato commissario straordinario Kieran Wallace: a lui spetterà il compito di analizzare se ci sono i presupposti per continuare ad operare o bisognerà dichiarare il fallimento.


In un comunicato la stessa Norwegian Air rende noto che, nella fase attuale, si sta cercando di ristrutturare il debito. Tra i creditori non bisogna però dimenticare tutti i passeggeri che avevano acquistato un biglietto per un volo che non hanno mai potuto effettuare. Molti attendono il rimborso dal primo lockdown, nonostante l’autorità norvegese equivalente all’Enac abbia più volte ripreso la compagnia per i mancati rimborsi.


Il commissario Wallace ha chiesto ai clienti che ritengono di “dover ricevere un rimborso per un volo cancellato”, di inviare una email a norwegian-examinership@kpmg.ie “specificando nome, cognome, indirizzo, email e dettagli alla base della richiesta entro 7 giorni dalla data del presente avviso” (pubblicato il 17 febbraio n.d.r.) cioè entro il 24 febbraio 2021.


Il commissario straordinario, una volta esaminate le richieste pervenute, potrebbe contattare i clienti per includerli “in un’adunanza di creditori che dovrà essere convocata per esaminare il piano di ristrutturazione”. Fderconsumatori in una nota dichiara: "Ci auguriamo che tale operazione porti a un riconoscimento adeguato e proporzionato alle somme spese.


Come spesso è avvenuto in passato, sono proprio i passeggeri la parte più debole che, nella più rosea delle ipotesi, ottiene un rimborso irrisorio rispetto alla spesa effettuata. Nel frattempo la compagnia ha fatto sapere che sta continuando a volare. E che su quelle poche rotte rimaste non ci sono problemi su “prenotazioni attuali e future.


Invitiamo i cittadini interessati a rivolgersi agli sportelli della Federconsumatori, presenti sull’intero territorio nazionale, o allo sportello nazionale SOS Turista (059 251108) per assistenza sulla presentazione della richiesta, nonché per valutare le azioni da intraprendere qualora i rimborsi ottenuti siano sotto forma di voucher o punti per i programmi fedeltà, che potrebbero rivelarsi carta straccia".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

Federconsumatori
Norvegian Air
PPN
Prima Pagina News
rimborsi biglietti

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU