Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Massimo Fioranelli: “Gli ultimi due governi si sono macchiati di crimini contro l’umanità. Urge chiarezza”.
Durissima l’analisi di uno dei fisiologi italiani più noti del momento e più impegnati sul fronte della pandemia, se non altro per avere avuto il coraggio di manifestare le proprie idee di scienziato indipendente e rigoroso con il giusto rigore. Quello che è accaduto in tema di Covid, dice l’illustre fisiologo romano, chiama in causa responsabilità pesantissime, rispetto alle quale serve far luce.
di Massimo Fioranelli
Sabato 24 Luglio 2021
Roma - 24 lug 2021 (Prima Pagina News)
Durissima l’analisi di uno dei fisiologi italiani più noti del momento e più impegnati sul fronte della pandemia, se non altro per avere avuto il coraggio di manifestare le proprie idee di scienziato indipendente e rigoroso con il giusto rigore. Quello che è accaduto in tema di Covid, dice l’illustre fisiologo romano, chiama in causa responsabilità pesantissime, rispetto alle quale serve far luce.

Oggi abbiamo ascoltato un primo ministro che, con un lessico abominevole, ha radicalmente modificato il concetto di stato, divenuto improvvisamente da garante del bene dei propri cittadini ad eversore ed oppressore, abolendo principi inviolabili di libertà, di movimento, ma soprattutto arrogandosi il diritto di determinare scelte terapeutiche in base a menzogne, gravi omissioni, verità inconsistenti prive di qualsiasi evidenza medico-scientifica.

 Ormai quello che stiamo vivendo non é più un problema sanitario; una pandemia artificialmente indotta, sapientemente manipolata, esasperatamente arricchita di contenuti mediatici, ha ridotto la nostra popolazione allo stremo morale, psicologico, democratico, economico, cambiandone irrimediabilmente la propria antropologia; un popolo che plaude i ladri del proprio futuro.

 “Mai avrei immaginato di vedere tanta incompetenza, arroganza, superficialità, irresponsabilità, con le quali si e’ tentato di affrontare il virus della COVID-19”, parole del Prof. Giulio Tarro. Ma non e’ solo un problema di ignoranza, gli ultimi due governi si sono macchiati di crimini contro l’umanita’; hanno coscientemente ritardato il riconoscimento e le misure di contenimento nelle fasi iniziali della pandemia; a gennaio 2020 in Italia non sono stati isolati coloro che arrivavano dalla Cina;  secondo il Governo non si poteva, non era politicamente corretto; ci hanno  dapprima detto di abbracciare un cinese ed oggi ci obbligano a stigmatizzare ed isolare coloro che non vogliono o che non possono farsi inoculare una terapia sperimentale dagli effetti sconosciuti.

 La nostra politica ha sapientemente, sistematicamente e progressivamente disarticolato e impoverito il sistema sanitario nazionale; ridotti i posti di terapia intensiva ad un livello neanche sufficiente per le esigenze ordinarie; nei primi anni 80 avevamo quattro volte quelli di oggi. Hanno inviato i nostri respiratori alla Cina, una delle più grandi potenze mondiali, nonostante fossero informati che la pandemia sarebbe di li a poco arrivata da noi. Ci hanno lasciato privi di qualsiasi piano per le emergenze pandemiche, sapientemente non aggiornato da Ranieri Guerra, solidale dell’ ex ministra della salute Lorenzin, che ha venduto il nostro paese alla sperimentazione internazionale.

 Oggi dobbiamo fronteggiare una penuria di medici ed operatori sanitari, frutto di una politica dissennata del numero chiuso per l’accesso universitario; i nostri figli vanno a studiare all’estero mentre importiamo medici da tutto il resto mondo. Hanno impedito ai medici di visitare i pazienti; hanno proibito di fare le autopsie. Hanno vietato di farci onorare i nostro morti, bruciandone i corpi per occultare qualsiasi tipo di conoscenza.

 Hanno criminalmente ostacolato il riconoscimento delle terapie per la  CoViD-19 pubblicando, con la complicità di riviste scientifiche, studi completamente inventati e poi ritrattati.

 Hanno conferito la massima onorificenza della Repubblica ad Antony Fauci, un  individuo tra i responsabili di questa pandemia, allegramente intervistato su amene banalità dalla nostra TV di stato, voce acritica del governo di turno.

 Hanno di fatto chiuso il Parlamento ; il presidente del consiglio ha assunto la figura di un novello dictator; anche se il senato romano non e’ stato mai chiuso neanche con Annibale alle porte.

 La chiusura totale del paese, delle scuole, le mascherine all’aperto, non sono state decisioni del Comitato Tecnico Scientifico, seppur responsabile di altre decisioni incomprensibili, ma di un presidente del consiglio che ha la grave e piena responsabilità dei danni economici e morali inflitti al popolo italiano.

Hanno obbligato un intera popolazione a farsi inoculare una terapia sperimentale, perché, nella loro consapevole ignoranza, hanno apologizzato  il pensiero di improvvisati uomini di scienza dal lessico miserevole, da paradigmi mentali limitati e da un ego smisurato, vogliosi di apparire in qualsiasi circostanza e fautori di proposte ridicole;  Pregliasco , uno dei  più presenti tra gli esperti, afferma di non conoscere lo studio di Raoult Didier sull’idrossiclorochina; cosa leggano questi sedicenti scienziati é un  mistero.

 A distanza di un anno, sul sito del Ministero della Salute, ancora osserviamo il paradigma che ha devastato la medicina, il metodo clinico, conducendo a morte migliaia di pazienti: “tachipirina e vigile attesa” rappresenta oggi  un crimine contro l’umanità.

 Voi non siete più esseri umani, siete l’incarnazione di ciò che dovremmo combattere con tutte le nostre forze  per preservare l’umanità ed il futuro dei nostri figli dal vostro folle disegno.

 

“Per controllare il popolo devi conoscere le sue paure.

E evidente che quella più grande è la paura di morire.

Una volta che l’essere umano diventa schiavo delle sue paure, sarà più facile fargli credere che lo Stato padrone sarà pronto ad aiutarlo”.

(George Orwell 1984)

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

Covid
Massimo Fioranelli
PPN
Prima Pagina News

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU