Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Brunetta: "Il salario minimo e il reddito di cittadinanza distruggono il mercato del lavoro"
"Preferisco sempre e comunque un contratto a un salario minimo stabilito per legge, perché il prezzo stabilito per legge di solito produce più guai di quanti ne risolva".
(Prima Pagina News)
Giovedì 23 Giugno 2022
Bologna - 23 giu 2022 (Prima Pagina News)
"Preferisco sempre e comunque un contratto a un salario minimo stabilito per legge, perché il prezzo stabilito per legge di solito produce più guai di quanti ne risolva".
“È stato ricordato anche qui che in Italia abbiamo il miglior sistema di contrattazione in Europa, e forse nel mondo. Quel sistema va migliorato ulteriormente.

Io preferisco sempre e comunque un contratto a un salario minimo stabilito per legge, perché il prezzo stabilito per legge di solito produce più guai di quanti ne risolva. Se, invece, questo prezzo viene stabilito attraverso una libera contrattazione efficiente, che tuteli soprattutto i più deboli, io mi sento ancora più tranquillo, soprattutto se a farlo è chi, come noi, può vantare una solida cultura di relazioni industriali e di relazioni sindacali, una cultura lavoristica come quella che voi consulenti del lavoro rappresentate con la vostra rete.

Il salario minimo per legge, che uccide la contrattazione, combinato con il reddito di cittadinanza distrugge il mercato del lavoro”.

Lo ha detto il Ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, in collegamento video con il Festival del Lavoro di Bologna.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

Bologna
Festival del Lavoro
lavoro
Ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta
PPN
Prima Pagina News
reddito di cittadinanza
salario minimo

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU