Covid-19 nel Lazio, D'Amato: "Oggi registriamo 163 casi di positività"

"rend in leggera salita nelle ultime 24h al 3,8%"

(Prima Pagina News)
Giovedì 09 Aprile 2020
Roma - 09 apr 2020 (Prima Pagina News)

"rend in leggera salita nelle ultime 24h al 3,8%"

"Oggi registriamo un dato di 163 casi di positività, trend in leggera salita nelle ultime 24h al 3,8% e continua l’inversione di tendenza, circa 2 mila in più, tra coloro che escono dalla sorveglianza domiciliare (14.748) e coloro che sono entrati in sorveglianza (12.6184). Il dato di oggi è in parte dovuto a dei ritardi di notifica nella Asl Roma 6, ma deve essere un monito affinché nessuno abbassi la guardia e continuiamo tutti uniti verso l’obiettivo del coefficiente R0 (contagiosità 0). Proseguono i controlli a tappeto nelle case di cura e le RSA su tutto il territorio con report che vengono inviati ai Carabinieri del NAS per le verifiche di competenza. Sono 16 le persone positive presso il Selam Palace che sono stati posti in isolamento presso altre strutture, mentre prosegue il cordone sanitario e la sorveglianza della struttura. Positiva una detenuta del reparto femminile di Rebibbia che è stata trasferita allo Spallanzani e si stanno facendo ora i tamponi ai contatti stretti. Al primo tampone sono risultati negativi gli ex ospiti della casa di riposo di Nerola e ora si attende l’esito del secondo tampone. Sono in trasferimento tutti i pazienti positivi COVID presenti nella struttura del Nomentana Hospital. I test privati al di fuori dei protocolli nazionali o regionali non assumono alcun significato per il Servizio sanitario regionale. Questa mattina insieme al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti abbiamo visitato l’ospedale Pediatrico Bambino Gesù presso la sede del COVID Center di Palidoro dove fino ad ora sono stati gestiti oltre 1.100 casi sospetti con circa 30 ricoveri Covid, tra bimbi e genitori. Tutti gli operatori stanno svolgendo una lavoro straordinario e il Bambino Gesù rappresenta un tassello importante nella rete dell’assistenza. Si è messo da subito a disposizione nell’emergenza COVID convertendo e dedicando all’emergenza la sede di Palidoro, ma voglio ricordare che continua a offrire la sua preziosa assistenza anche per tutte le altre patologie nella sede del Gianicolo. A Viterbo infine nelle ultime 96 ore non si è registrato nessun decesso COVID. Record per quanto riguarda i guariti che in sole 24h salgono di 70 unità arrivando a 644 totali, i decessi nelle ultime 24h sono stati 9 e sono stati eseguiti oltre 58 mila tamponi". Così Alessio D'Amato, Assessore alla Sanità e all'Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio. Nello specifico, per la zona di Roma, al Covid-Center del Campus Biomedico ci sono 17 degenti (11 ricoverati in terapia intensiva); al Centro Covid del Bambino Gesù di Palidoro sono ricoverati 8 piccoli pazienti e 5 mamme, che presentano stabilità, mentre dovrebbe arrivare un altro paziente da Frosinone; l'A.O. San Camillo, invece, è al lavoro per mettere in funzione il laboratorio attrezzato per gli esami Covid anche di notte; 155 sono i degenti attualmente al Policlinico Umberto I (22 sono ricoverati in terapia intensiva), numero in decisa riduzione, e 7 sono le persone dichiarate in guarigione; non ci sono contagi, invece, tra gli operatori attivi all'Ospedale San Giovanni; l'Ospedale Sant'Andrea, a oggi, ospita 109 degenti, mentre altri 7 sono stati dichiarati guariti ed è stata riscontrata una decisa riduzione degli arrivi al Pronto Soccorso; altre guarigioni anche al Policlinico di Tor Vergata, con 3 pazienti dimessi, oltre ad una diminuzione del numero di ospedalizzazioni nel reparto di terapia intensiva. Per quanto riguarda le ASL: sono stati riscontrati altri 13 contagi all'ASL Roma 1, che conta 20 degenti presso l'Ospedale San Filippo Neri, 3 guarigioni, monitoraggio di 9 case riposo per anziani e 1.625 persone al termine della quarantena; l'ASL Roma 2 conta altri 19 contagi - 12 ascrivibili al Selam Palace - attualmente in quarantena, misura terminata per altre 15 persone, 8 guarigioni, l'ospedalizzazione allo Spallanzani di una donna di Rebibbia, risultata contagiata, e monitoraggio di 8 case di riposo per anziani; l'Asl Roma 3, invece, registra altri 14 casi, 6 guarigioni, 1.774 le persone al termine della quarantena e il monitoraggio di 2 centri per anziani oltre che della casa riposo delle Suore Cappuccine di Acilia; altri 14 nuovi contagi anche all'Asl Roma 4, dove c'è stata la guarigione di 5 pazienti e altri 1913 hanno terminato la quarantena, sono sottoposti a monitoraggio 7 centri adibiti ad accoglienza anziani e 265 turisti devono essere rimpatriati; altre 25 persone risultano essere contagiate all'interno dell'Asl Roma 5, che conta anche 9 guarigioni, il termine della quarantena per altre 2081 persone e la morte di un 71enne a Tivoli, oltre alla negatività al primo tampone per 25 degenti del Nomentana Hospital, tutti provenienti da Nerola, per cui si attende il risultato del secondo test (mentre altri contagiati sono stati trasferiti presso altri ospedali) e il monitoraggio di 20 case di riposo; all'Asl Roma 6 sono 43 i nuovi contagi, a causa di un ritardo di comunicazioni dei risultati di tamponi effettuati in questi giorni, ed è stata registrata la morte di un 77enne, un 66enne, un 76enne e una 78enne, tutte persone che avevano altre malattie, oltre alla guarigione di altre 3 persone e il termine della quarantena per altre 90 e il monitoraggio dell'RSA di Marino, dove sono in corso i test; l'Asl di Latina conta 10 nuovi contagiati, attualmente in quarantena, la guarigione di altre 5 persone, il monitoraggio di 5 case di riposo per anziani e il termine quarantena per 4.454 pazienti; l'Asl di Frosinone, invece, registra 5 nuovi contagiati, 2 guarigioni, monitoraggio di 3 RSA e il termine della quarantena per 322 pazienti; non sono stati riscontrati morti nella Asl di Viterbo, dove, invece, sono stati registrati 12 nuovi contagi e la guarigione di 10 persone, oltre al monitoraggio di 5 case di riposo per anziani e l'isolamento di quella di Celleno, dove sono in corso i tamponi; un morto, invece, è stato riscontrato all'Asl di Rieti, una donna di 96 anni, affetta da altre malattie, ed è stata dichiarata la guarigione per altre 2 persone, mentre in 90 hanno terminato la quarantena. Sono, infine, più di 85.000 le persone che hanno scaricato l'app "LazioDrCovid", che vede la collaborazione di 2.200 medici di famiglia e 310 pediatri di libera scelta, mentre sono stati distribuiti negli ospedali 99.500 mascherine ad uso chirurgico, 69.100 cuffie, 48.400 mascherine di tipologia FFP2, 47.000 guanti, 32.500 calzari, 10.200 mascherine di tipologia FFP3 e 5.410 camici resistenti ad infiltrazioni.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

Assessore Sanità Regione Lazio Alessio d'Amato
case di riposo
contagi
controlli
coronavirus
decessi
guarigioni
PPN
Prima Pagina News
quarantena

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU