Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Emigrazione calabrese nel mondo. Appena fresco di stampa “Il Sogno Americano”.

Un volume di 178 pagine dove si racconta la storia dell’emigrazione Calabrese, un sogno coltivato nel tempo e che “aspetta ancora – sottolineano gli autori del saggio- di essere riconsiderato come tale”.

di Pino Nano
Venerdì 29 Luglio 2022
Roma - 29 lug 2022 (Prima Pagina News)

Un volume di 178 pagine dove si racconta la storia dell’emigrazione Calabrese, un sogno coltivato nel tempo e che “aspetta ancora – sottolineano gli autori del saggio- di essere riconsiderato come tale”.

Il Sogno Americano” è il libro appena scritto dall’antropologo Pino Cinquegrana e dal giornalista Nicola Pirone, edito da Libritalia, su un tema come quello dell’emigrazione calabrese che gli autori raccontano già da mesi sulle pagine della web tv Kalabriatv.it.

Partendo dal contesto storico-politico-sociale di quegli anni, gli autori hanno descritto nel loro libro le varie fasi del viaggio di chi lasciava il propri paese di origine,fenomeno che ha riguardato in prima persona milioni di italiani.

La loro è un’emigrazione vista come “una forma di riscatto sociale che le promesse post Unità d’Italia non avevano soddisfatto”. Tra le righe si evince lo stato di difficoltà nel quale la stragrande maggioranza dei Calabresi si trovava, soprattutto a inizio Novecento e dopo il Secondo conflitto mondiale.

L’emigrazione è così vista come un riscatto, con le nuove terre che diventeranno le “nuove patrie”. Numerosi i reperti, foto e documenti, presenti all’interno del libro, che lo rendono più snello e di facile lettura. Un documentario vero e proprio che potrà essere utilizzato da centri studi e università che si occupano del fenomeno dell’emigrazione italiana.

Un primo risultato è arrivato da Cuba, e più precisamente dall’Istituto di Cultura Casa de Iberoamerica di Holguin, che lo scorso mese di maggio ha sottoscritto un protocollo d’intesa con Kalabriatv, il chapter di Vibo Valentia della Filitalia International e gli autori, affinché il testo appena pubblicato, diventi testo ufficiale di un corso al quale gli studenti che si iscriveranno e naturalmente legato ai temi dell’emigrazione. Per l’occasione, gli autori saranno presenti a Cuba a fine ottobre per presiedere il seminario organizzato per la fiesta de Iberoamericana e che quest’anno verterà sul “viaggio” e sulla vita di Cristoforo Colombo. 

Il primo volume, sarà di quattro la collana in programma, si è chiuso con un paragrafo dedicato alle associazioni calabresi nel mondo, con ampio riferimento al Club Sannicolese Toronto, Club Vallelonga – Monserrato Toronto, Filitalia International, Federación Associacion Calabresa de Argentina, Circolo Albidonese Buenos Aires, Acca Melbourne, Associacion de Amistad Cuba-Italia, Rivista La Lumera, La Piazza Punto d’Incontro e il Club Maierato di Toronto. Sono tutte Associazioni che hanno contribuito attivamente alla pubblicazione del saggio di Giuseppe Cinquegrana e Nicola Pirone, con l’invio di materiale anche inedito sui calabresi in Ontario, unitamente ai musei dell’emigrazione di Halifax, New York, Philadelphia, Cervinara e Buenos Aires.

 “L’emigrazione – sottolineano gli autori – quale fenomeno sociale, politico ed economico raccontato nell’arte, nella letteratura e nell’immaginario, apre una finestra nel mondo di ciò che sono state le cause fenomenologiche che hanno interessato la nazione tra la prima metà dell’Ottocento e gli anni Settanta del Novecento che ha visto cercare fuori dai propri confini nazionali e regionali pane e lavoro. Una condizione di miseria alla quale l’unica risposta fu la ‘Merica.

Si emigra per potere vivere decorosamente, si attraversa l’oceano per cercare un luogo dove arrangiarsi meglio, lontani da un governo che pretende sempre troppo, senza nulla dare in cambio. Si emigra – sottolineano in questo saggio i due autori- “da un paese che non ha mantenuto le promesse di riscatto sociale suscitate dall’impresa dei Mille e dal plebiscito per l’Italia Unita”.

Ecco allora che l’emigrazione diventa la grande opportunità di riscatto e di libertà di interi popoli, proiezione verso una new way of life, e anche se non per tutti, essa rappresentò la vera grande rivoluzione sociale della storia sociale del Sud.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Prima Pagina News

Giuseppe Cinquegrana
Il Sogno americano
Nicola Pirone
PPN
Prima Pagina News

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU