Questo sito contribuisce alla audience di globalist-logo
Calabria
PRIMO PIANO
ELENCO ARTICOLI CALABRIA
I PROFILI DI PPN, Pino Nano rilegge la vita di Don Mottola, il Santo di Tropea

Primo Maggio del tutto speciale a Tropea dove in questi giorni si ricorda la figura di don Francesco Mottola, “Poeta della carità e della contemplazione”, sacerdote illuminato, giornalista e direttore responsabile sin dalla sua nascita del periodico cattolico “Parva Favilla”, e soprattutto –raccontano in Vaticano- Fondatore in Calabria delle tante “Case della Carità” per bambini diseredati e orfani”.

Badolato (Cz), “il Paese in vendita” una favola moderna che torna di grande interesse e non solo in Calabria

Badolato protagonista come destinazione umana e turistica internazionale del primo evento di skal international .Il dossier preparato per PPN News da Mimmo Lanciano.

Premio Antonino Murmura alla sua Terza Edizione, lo vince Marco Fazio giovane ricercatore a Messina

Il Vincitore del “Premio Antonino Murmura” è un giovane e brillante ricercatore dell’Università di Messina. A darne l’annuncio è stata la Presidente del Premio Maria Folino Murmura, moglie del senatore democristiano Antonino Murmura e di cui il Premio e la Fondazione che lo istituisce portano il nome.

'Ndrangheta, Cosenza: sequestrati beni per oltre 50 mln a famiglia Spadafora

Sono ritenuti affiliati di spicco della cosca crotonese Farao-Marnicola.

Martiri di Carta”- Pierluigi Franz, Eroi della Grande Guerra: Salvatore Barillaro, un filosofo al fronte

“Martiri di carta. I giornalisti caduti nella grande guerra”, (448 pagine) di Pierluigi Roesler Franz ed Enrico Serventi Longhi, immaginato esattamente 10 anni fa e realizzato poi per conto della Fondazione sul giornalismo “Paolo Murialdi” alla fine del 2018, racconta la storia di 264 giornalisti italiani morti nel corso della Prima Guerra mondiale. Almeno cinque di questi erano calabresi ,Umberto Boccioni, Roberto Taverniti, Luca Labozzetta, Vincenzo Capua, Salvatore Barillaro.

Fondazione Murialdi: Roberto Taverniti, giornalista dell’Agenzia Stefani eroe calabrese della Grande Guerra.

“Martiri di carta. I giornalisti caduti nella grande guerra”, (448 pagine) il saggio di Pierluigi Roesler Franz ed Enrico Serventi Longhi, immaginato esattamente 10 anni fa e realizzato poi per conto della Fondazione sul giornalismo “Paolo Murialdi” alla fine del 2018, racconta la storia di 264 giornalisti italiani morti nel corso della Prima Guerra mondiale. Almeno cinque di questi erano calabresi ,Umberto Boccioni, Roberto Taverniti, Luca Labozzetta, Vincenzo Capua, Salvatore Barillaro.

Fondazione Murialdi, eroi calabresi della Grande Guerra, Vincenzo Capua l’Italiano più famoso d’Argentina

“Martiri di carta. I giornalisti caduti nella grande guerra”, (448 pagine) di Pierluigi Roesler Franz ed Enrico Serventi Longhi, immaginato esattamente 10 anni fa e realizzato poi per conto della Fondazione sul giornalismo “Paolo Murialdi” alla fine del 2018, racconta la storia di 264 giornalisti italiani morti nel corso della Prima Guerra mondiale. Almeno cinque di questi erano calabresi, Umberto Boccioni, Roberto Taverniti, Luca Labozzetta, Vincenzo Capua, Salvatore Barillaro.

Fondazione Murialdi, Gli artisti-eroi della Grande Guerra. La storia di Umberto Boccioni

“Martiri di carta. I giornalisti caduti nella grande guerra”, (448 pagine) di Pierluigi Roesler Franz ed Enrico Serventi Longhi, immaginato esattamente 10 anni fa e realizzato poi per conto della Fondazione sul giornalismo “Paolo Murialdi” alla fine del 2018, racconta la storia di 264 giornalisti italiani morti nel corso della Prima Guerra mondiale. Almeno cinque di questi erano calabresi, Umberto Boccioni, Roberto Taverniti, Luca Labozzetta, Vincenzo Capua, Salvatore Barillaro.

Fondazione Murialdi, Pierluigi Franz racconta Luca Labozzetta eroe poeta della Grande Guerra.

“Martiri di carta. I giornalisti caduti nella grande guerra”, (448 pagine) di Pierluigi Roesler Franz ed Enrico Serventi Longhi, immaginato esattamente 10 anni fa e realizzato poi per conto della Fondazione sul giornalismo “Paolo Murialdi” alla fine del 2018, racconta la storia di 264 giornalisti italiani morti nel corso della Prima Guerra mondiale. Almeno cinque di questi erano calabresi ,Umberto Boccioni, Roberto Taverniti, Luca Labozzetta, Vincenzo Capua, Salvatore Barillaro.

Fondazione Murialdi , I giornalisti calabresi della Grande Guerra, Artisti scrittori e intellettuali e soprattutto eroi

“Martiri di carta. I giornalisti caduti nella grande guerra”, (448 pagine), il saggio di Pierluigi Roesler Franz (Nella Foto) ed Enrico Serventi Longhi, immaginato esattamente 10 anni fa e realizzato poi per conto della Fondazione sul giornalismo “Paolo Murialdi” alla fine del 2018, racconta la storia di 264 giornalisti italiani morti nel corso della Prima Guerra mondiale. Almeno cinque di questi erano calabresi, Umberto Boccioni, Roberto Taverniti, Luca Labozzetta, Vincenzo Capua, e Salvatore Barillaro.

APPUNTAMENTI IN AGENDA

SEGUICI SU